Il Codacons attacca il Grande Fratello Vip/ “Circo mediatico, meglio Barbara D’Urso”

- Alessandro Nidi

Duro attacco del presidente del Codacons al GF Vip sulle colonne di “Nuovo Tv”: “Le trasmissioni della D’Urso, a confronto, sono culturali”

alfonso signorini coming out 640x300
Grande Fratello Vip

Il Codacons mette nel mirino il Grande Fratello Vip, reality show di Canale 5 condotto da Alfonso Signorini, direttore del settimanale “Chi”, e ormai prossimo alle sue battute finali. Già in passato il sodalizio aveva chiesto la chiusura della trasmissione e in queste ore, sulle pagine di “Nuovo Tv”, il presidente Carlo Rienzi è tornato nuovamente all’attacco, definendo il GF Vip “un circo mediatico” e arrivando a dichiarare che in prima serata sarebbe piuttosto preferibile assistere a uno dei programmi condotti da Barbara D’Urso.

In particolare, Rienzi ha asserito senza troppa retorica o giri di parole che, a suo dire, questo Grande Fratello Vip, così come la sua versione che coinvolge gente comune e non personaggi famosi, rappresentano a tutti gli effetti “esperimenti finiti”, in quanto, ormai, “non sono né innovativi, né divertenti. Sono solamente contenitori di cattivo gusto, volgarità e trash”, ha proseguito Rienzi, che è poi arrivato, come detto, a menzionare uno dei nomi di punta tra le conduttrici di Mediaset: Barbara D’Urso.

CODACONS VS GRANDE FRATELLO VIP

“Rispetto al Grande Fratello Vip, gli show della D’Urso sono programmi culturali”, ha asserito sulle pagine di “Nuovo Tv” il presidente del Codacons. “Certo, non ci piace quando lei fa diventare vip delle nullità assolute che lanciano messaggi pericolosi”, però tutto quello che propone la D’Urso è comunque di un livello culturale superiore a questo GF Vip. Insomma, Rienzi non le ha di certo mandate a dire alla produzione del celebre reality show e al suo conduttore, Alfonso Signorini, più volte in quest’ultimo anno finito nel mirino della critica. Ricordiamo peraltro che in origine questa edizione del Grande Fratello Vip si sarebbe dovuta esaurire entro dicembre 2020, ma visti i buoni risultati in termini d’ascolto, si è deciso di protrarla sino al prossimo 1° marzo 2021, giorno della finalissima in cui sarà ufficialmente eletto il vincitore di quest’anno. Mediamente, il reality registra una media superiore ai 3,3 milioni di telespettatori a settimana, con uno share compreso tra il 19 e il 20% e, in taluni momenti, superiore al 22%.



© RIPRODUZIONE RISERVATA