Il complotto contro l’America/ Anticipazioni puntata 20 gennaio: programma Just Folks

- Elisa Porcelluzzi

Il complotto contro l’America, anticipazioni seconda puntata 20 gennaio: la miniserie tratta dal romanzo di Philip Roth. Il presidente Lindbergh firma un accordo di neutralità con Hitler.

Il complotto contro lAmerica miniserie TV 640x300
Il complotto contro l'America

Il complotto contro l’America, puntata 20 gennaio

Questa sera, giovedì 20 gennaio, alle 21.20 su Rai 3 va in onda la seconda puntata della miniserie “Il complotto contro l’America”, tratta dall’omonimo romanzo di Philip Roth. L’appuntamento finale con la fiction andrà in onda venerdì 28 gennaio. E se gli Americani, durante la seconda Guerra Mondiale, anziché combattere i nazisti si fossero alleati con loro? Questa è la domanda da cui parte il romanzo di Philip Roth e la serie in sei episodi che prende il via dall’elezione di Charles Lindbergh alle presidenziali del 1940 (nella realtà le elezioni furono vinte dal presidente uscente Franklin Delano Roosevelt). La storia è vista dal punto di vista della La famiglia ebrea dei Levin. Nel cast, Zoe Kazan, Anthony Boyle, John Turturro e Winona Ryder. Ecco le anticipazioni della seconda puntata della miniserie “Il complotto contro l’America”.

Il complotto contro l’America, anticipazioni seconda puntata

Maggio 1941. Pochi mesi dopo l’elezione di Lindbergh, negli Stati Uniti sono aumentati gli episodi antisemiti. Stando alle anticipazioni de Il complotto contro l’America il Presidente firma un accordo di neutralità con Adolf Hitler e affida a Bengelsdorf il programma chiamato “Just Folks”, che colloca temporaneamente ragazzi ebrei in famiglie rurali per renderli “più americani”. Evelyn iscrive il nipote Sandy, mentre Philip inizia ad avere incubi sui nazisti. Bess, preoccupata per la sicurezza della sua famiglia cresce, mette i Levin in lista d’attesa per emigrare in Canada. Alvin viene reclutato dall’intelligence britannica per rubare un dispositivo radar tedesco. Ma perde una gamba in combattimento. Settembre 1941. Evelyn e Bengelsdorf si uniscono ai Levin per lo Shabbat, ma Herman si scontra con le opinioni e l’educazione del rabbino. La First Lady Anne Morrow Lindbergh invita Bengelsdorf ed Evelyn a una cena di stato con il ministro degli Esteri tedesco Joachim von Ribbentrop.







© RIPRODUZIONE RISERVATA