IL GIORNO PIÙ BELLO DEL MONDO/ La “favola” tra scienza e magia di Siani

- Fabiola Lampugnani

Nel nuovo film di Alessandro Siani si percepisce il brivido del pericolo proveniente dalla scienza, ma predomina quasi sempre la magia

giorno piu bello mondo web1280
Una scena del film

Il giorno più bello del mondo è il titolo del nuovo film di Alessandro Siani, nelle sale dal 31 ottobre 2019. È una commedia per tutta la famiglia, ma si vede con gli occhi di un bambino. Infatti, inizia il film e si viene avvolti da uno spettacolo magico di artisti, denominati “artigiani”, proprio perché costruiscono la gioia negli spettatori, tutto ambientato nel magico Teatro Politeama di Napoli.

Successivamente si spiega la storia: Arturo Meraviglia, interpretato da Siani, è un uomo sul lastrico, che aveva promesso di portare avanti l’attività del teatro del padre, ma con scarsi risultati. Un giorno viene a conoscenza di un’eredità lasciata da suo zio defunto: i suoi due bambini. Arturo, dopo varie negazioni, è costretto a tenerli, ma non sa di aver fatto un affare. Infatti, uno dei bambini, Gioele, è magico. Sposta oggetti, persone e qualsiasi cosa con la sola forza del pensiero.

Ecco che Gioele inizia a essere sfruttato da Arturo, facendo spettacoli su spettacoli, partecipando a talent televisivi, meravigliando la gente. La nota negativa è che diventa una sorta di “fenomeno da baraccone”, costretto a lavorare h24 e facendo torti ai nemici di Arturo.

L’attore che interpreta il bambino in questione è Stefano De Luca, ha soli 9 anni, ma ha ricoperto già importanti ruoli, come ad esempio quello di “Michael Banks” nel musical su Mary Poppins. È lui il vero protagonista del film che poi proseguirà con scienziati, laboratori, macchine che leggono il cervello.

Una storia avvincente che sfocia in tutt’altra dimensione e in cui si percepisce il brivido del pericolo proveniente dalla scienza, ma in cui predomina quasi sempre la magia. Le location sono molto suggestive: ovviamente Siani non poteva non far riferimento alla sua bella Napoli, ma vi troviamo anche Roma, Cernobbio e Colmar.

È stata davvero una sorpresa per il box office, in quanto in meno di una settimana ha portato al cinema 430mila spettatori e incassato quasi 3 milioni di euro. Siani non poteva che affermare: “Per me il giorno più bello del mondo è quando ho potuto fare questo film, lo sognavo da tanto tempo”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA