LA STORIA/ Bellezza, salute ed export: se basta una stella alpina per fare un’impresa

OLGA CASANOVA racconta come è nata la sua microimpresa, che si trova in Trentino: una realtà che nasce da una passione tramandata di generazione in generazione

08.07.2014 - La Redazione
Olga_Casanova_StellealpineR439
La raccolta di stelle alpine nell'azienda di Olga Casanova

“Dietro ogni impresa di successo c’è qualcuno che ha preso una decisione coraggiosa”. La citazione dell’economista austriaco Peter Ferdinand Drucker è lo slogan ideale di tante imprese artigiane, nate, in Italia, grazie alla determinazione di chi ha deciso di beneficiare di un talento o di una preziosa risorsa del proprio territorio. È il caso di Olga Casanova che, in Val di Sole, tra Passo Tonale, Pejo e Madonna di Campiglio, nel Parco Nazionale dello Stelvio (Trentino), ha dato vita a un’azienda agricola biocertificata. Una realtà che nasce da una passione tramandata di generazione in generazione, capace, oggi, di coniugare turismo, agricoltura e benessere.

Questa microimpresa di sei dipendenti si occupa, prevalentemente, della coltivazione biologica di piante officinali in alta montagna (menta, melissa, timo, alchemilla, fiordaliso, monarda, achillea, cicerbita alpina), ad uso cosmetico ed erboristico. “Dopo anni di lavoro, io e mio marito – spiega Olga Casanova – abbiamo deciso di mettere in comune le esperienze maturate nelle rispettive professioni di estetista e di perito agrario”. Il passo successivo è stato, dunque, quello di creare un’azienda che alla solidità delle competenze ha associato una passione condivisa dalla famiglia: “Da mia madre ho ereditato una certa sensibilità verso la natura – ha aggiunto l’artigiana -. La dimestichezza con le erbe, però, la devo a mio nonno che, oltre a frequentare una scuola erboristica, in inverno, preparava il decotto”.

La materia prima che sta alla base del successo dell’imprenditrice è, senza dubbio, la stella alpina, una pianta nota per le sue proprietà antiossidanti e per i flavonoidi contenuti che combattono i radicali liberi. Una eccellenza che, con un utilizzo sempre rispettoso, dà origine a numerosi prodotti esposti, oggi, nella vetrina di Artimondo, l’e-commerce di AF-L’Artigiano in Fiera. Sieri viso, creme, balsami e dopobarba certificati, oltre che da due tesi di laurea, da studi curati dal Dipartimento di Biologia ed Evoluzione dell’Università di Ferrara. Le ricerche hanno dimostrato che l’estratto ottenuto dalle produzioni delle stelle alpine risulti sei volte superiore, in termini di agenti flavonoidi antiossidanti, ad altri prodotti presenti nel mercato.

In quest’ottica, secondo Olga Casanova, “i riconoscimenti ottenuti premiano anni di lavoro per garantire la qualità dei cosmetici”. D’altra parte, i metodi di coltivazione, così come la particolare cura nella raccolta e l’innovativo processo di estrazione, garantiscono l’unicità del prodotto finale. Una circostanza che ha permesso ad Olga Casanova di vivere da protagonista numerose fiere regionali, nazionali e internazionali.

Tra queste, ovviamente, la rassegna milanese. “La partecipazione ad AF, la più importante rassegna internazionale dedicata al settore, mi ha garantito una grande visibilità”. Ora è pronta ad accogliere la sfida dell’internazionalizzazione: grazie alla nuova piattaforma di commercio elettronico, Artimondo, la stella alpina sbarcherà anche sul web allo scopo di valorizzare, in un palcoscenico sempre più ampio, le sue straordinarie proprietà benefiche.

(Orazio Ragusa Sturniolo)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori