PIANO GARANZIA GIOVANI/ Sottoscritto il protocollo d’intesa per il settore Legno Arredo

- La Redazione

E’ stato sottoscritto oggi un protocollo di intesa con l’obiettivo di rendere operativo per il settore legno arredo il Piano Garanzia Giovani, attivato dall’Unione Europea.

Snaidero_RobertoR439
Roberto Snaidero (Infophoto)

Oggi, all’interno della cornice del Meeting di Rimini, il presidente di FederlegnoArredo Roberto Snaidero e il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali Giuliano Poletti hanno sottoscritto un protocollo di intesa con l’obiettivo di rendere operativo per il settore legno arredo il Piano Garanzia Giovani, attivato dall’Unione Europea per quei paesi UE con tassi di disoccupazione superiore al 25% e in cui è forte l’esigenza di mettere in moto politiche attive di formazione e inserimento nel mondo del lavoro dei giovani.

FederlegnoArredo, prima associazione di un settore industriale che sigla un accordo con il Ministero del Lavoro in questa direzione, rappresenta un comparto con 367.000 addetti, che salgono a 650.000 se si considera anche l’indotto specializzato. Nel 2014, pur in presenza di un saldo negativo tra entrate-uscite di 3.600 addetti, sono attesi circa 7.000 nuovi lavoratori in ingresso, segno che il settore è ancora capace di attrarre i giovani verso le sue professioni, grazie soprattutto al grande lavoro di sensibilizzazione messo in campo in questi anni dalla Federazione.

A partire da tale protocollo, la Federazione si impegna a promuovere il Piano Garanzia Giovani presso le aziende del settore, mettendo a disposizione le sue competenze riguardanti il settore legno arredo, affinché il Ministero sia in grado di mettere in moto azioni adeguate rispetto alle esigenze delle aziende, generando di conseguenza concrete e durature opportunità di ingresso dei giovani nel mondo del lavoro.

“Dopo mesi di lavoro”, sottolinea il presidente Snaidero, “oggi prende forma la collaborazione con il Ministero del Lavoro che ci vede entrambi impegnati a mettere a frutto l’opportunità di Garanzia Giovani creando percorsi di formazione adeguati al mercato. I giovani sono il nostro futuro e rappresentano il futuro delle nostre aziende. Se non diamo loro l’opportunità di mettersi in gioco a livello professionale, tutto il patrimonio di creatività, bellezza presente nelle imprese rischia di perdersi per sempre”.

Grazie a questo accordo, FederlegnoArredo e il Ministero puntano anche alla valorizzazione dell’apprendistato come forma di educazione in grado di dare un contributo efficace al Piano. Su questo punto in particolare FederlegnoArredo si impegna a mettere in azione iniziative di sensibilizzazione degli enti locali e in particolare delle Regioni. Per rendere operativo il protocollo sottoscritto, è stato creato un gruppo di coordinamento che avrà il compito nei prossimi mesi di verificare il lavoro realizzato.

L’accordo con il Ministero si inserisce in un percorso, iniziato da FederlegnoArredo alcuni anni fa sulla spinta della forte sollecitazione delle imprese del settore, che mira a rilanciare la formazione professionale come forma di educazione in grado di favorire l’inserimento dei giovani nel mondo del lavoro. Un percorso che si è concretizzato lo scorso anno con l’avvio delle attività del nuovo Polo Formativo dei mestieri del legno arredo in Brianza, e che vivrà un nuovo importante momento il prossimo ottobre con l’inizio del corso di “Tecnico Superiore per il prodotto, il marketing e l’internazionalizzazione nel settore legno arredo”.

FederlegnoArredo, infatti, è alla ricerca di 50 giovani che hanno terminato quest’anno le scuole superiori per proporre loro un percorso di formazione superiore e, una volta terminato, poterli inserire nelle imprese del settore.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori