MEETING 2015/ Benvenuti a casa: FederlegnoArredo a Rimini

- Niccolò Magnani

FederlegnoArredo con uno stand dedicato al Meeting di Rimini 2015: saranno presentati numerosi incontri sul tema giovani e mondo del lavoro, oltre alla mostra “Benvenuti a casa nostra”

Snaidero_RobertoR439
Roberto Snaidero (Infophoto)

Non è la prima volta, che l’eccellenza italiana nel campo del legnoarredo si presenta ad una delle manifestazioni culturali più importante come il Meeting di Rimini: è infatti il quinto anno consecutivo che il gruppo guidato da Roberto Snaidero si presenta al Meeting per l’amicizia tra i popoli. FederlegnoArredo avrà uno stand del tutto dedicato all’interno della Nuova Fiera di Rimini, sede della manifestazione (al via dal 20 al 26 agosto), con circa 800metri quadrati nel padiglione C1; per l’intera settimana di durata della kermesse saranno proposte al padiglione di FLA moltissimi appuntamenti che ruotano attorno all’eccellenza del Salone del Mobile di Milano e a due principali temi di grande attualità come il lavoro dei giovani e la formazione professionale. Come sempre più spesso viene confermato dal mercato stesso che ha incorona la federazione del legno italiano come una delle eccellenze tra le filiere d’impresa del nostro Paese. Il mondo del legno-arredo è un mondo in continua ascesa ricco di opportunità sia lavorative che di formazione, offrendo un gran numero di posti di lavori in cui è richiesta una professionalità specifica: imprenditorialità originale, made in Italy come simbolo e crescita professionale e personale sono tutti ingredienti che fanno di FederlegnoArredo un vanto dell’impresa italiana e che anche quest’anno al Meeting prova a porre all’attenzione le tematiche del settore più interessanti. In quest’ottica verranno proposti una serie di incontri che ogni giorno accompagnerà il programma ufficiale del Meeting, inoltre vi saranno anche molti momenti di confronto e dibattito sull’attualità tenuti da noti opinion leader. Ma i veri protagonisti saranno i capitani d’impresa insieme alle varie personalità del mondo politico e delle istituzioni, ma proprio seguendo la scia del tema principale lanciato da FLA su giovani e lavoro, interverranno anche molti ragazzi del Polo Formativo di Lentate sul Seveso che parleranno della loro esperienza formativa a scuola e in azienda come giovani apprendisti di realtà che hanno già fatto la storia del design.
«La nostra è una partecipazione motivata dalla volontà di incontrare i giovani per metterli in contatto col mondo espressione del Salone del Mobile attraverso la valida offerta formativa del Polo Formativo del LegnoArredo di Lentate, la scuola professionale fortemente voluta e sostenuta dagli imprenditori nostri associati», precisa il presidente di Salone del Mobile e di FLA, Roberto Snaidero. Secondo il presidente l’intera proposta culturale di quest’anno al meeting segue proprio questa direzione e per questo «vogliamo trasmettere quello che il nostro comparto rappresenta in termini di professionalità, know how e amore per il bello e il ben fatto». In maniera interessante e portando ancora più nel concreto il rapporto tra individuo e prodotto, è stata anche realizzate una mostra-percorso intitolata “Benvenuti a casa nostra” che consentirà un affascinante viaggio alla scoperta del bello, approfondendo i vari passaggi presenti nella creazione di un prodotto, dall’idea fino alla compiuto finale, esattamente come ogni viene mostrato al Salone del Mobile che continua a crescere diventando sempre di più un appuntamento decisivo nell’ottica dell’internazionalizzazione del marchio e dell’eccellenza italiana. La mostra prevede quattro stanze ed un ultima appendice finale: nella prima, intitolata “Progettazione e creatività” viene mostrato il valore intrinseco della progettazione con vari disegni e schizzi di maestri del design; nella seconda (“Produzione”) si esibiranno direttamente i ragazzi del Polo Formato con lavorazioni dal vivo; nella terza, “Prodotti e design” verranno ospitati pezzi storici e contemporanei di design provenienti direttamente dal Museo della Triennale di Milano, mentre nell’ultima stanza (“Futuro-Polo Formativo”) saranno presentati ai visitatori il percorso di studi, il nuovo progetto architettonico della scuola e le video-testimonianze degli imprenditori. Non da ultima, nella saletta-cinema all’interno dello stand, verrà proiettato un filmato sulla storia del Salone del Mobile di Milano. Insomma, un ricchissimo programma per un’interessante manifestazione riminese, dove giovani e mondo del lavoro si incontrano una volta di più per far ripartire davvero questo paese, partendo da quello che già funziona, come FederlegnoArredo.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori