ARTIGIANO IN FIERA 2018/ Un ponte per cooperare con l’Africa attraverso l’artigianato

Sabato 1° dicembre, alle 12, l’evento inaugurale proporrà un modello di relazione fondato sulla formazione professionale e imprenditoriale dedicata a giovani e donne

27.11.2018 - La Redazione
Artigiano all'opera

Sabato 1° dicembre prenderà il via la XXIII edizione di Artigiano in Fiera: a Fieramilano (Rho-Pero), per nove giorni, oltre 3mila stand espositivi, 150mila tipologie di prodotto provenienti da 100 Paesi e rappresentate su una superficie espositiva di 340mila metri quadrati. L’inaugurazione della rassegna promossa da Ge.Fi.-Gestione Fiere Spa si terrà lo stesso giorno, alle ore 12, all’interno dell’area eventi Africa (Padiglione 5).

Alla cerimonia prenderanno parte il presidente di Artigiano in Fiera, Antonio Intiglietta; l’amministratore delegato di Fieramilano, Fabrizio Curci; il presidente del Comitato direttivo di Artigiano in Fiera, Maria Teresa Azzola; il ministro della Solidarietà sociale dell’Egitto, Ghada Wali; il segretario generale della Federazione degli artigiani della Tunisia, Hichem Houidhek; la promotrice di Ferronerie d’Art (impresa e comunità del Madagascar), Violette Ralalaseheno; il direttore generale di E4Impact Foundation, Frank Cinque, e in rappresentanza degli enti di formazione Stefano Salina.

Con l’evento inaugurale Artigiano in Fiera intende promuovere – attraverso un’intesa con Egitto, Tunisia e Madagascar – l’inizio di una nuova forma di cooperazione volta a sviluppare una rete tra imprese artigiane italiane e africane, con particolare attenzione ai giovani, alle donne e al tema dell’innovazione; una cooperazione tra le realtà artigiane e gli operatori della formazione professionale con il coinvolgimento di importanti enti italiani (Formaper – Azienda speciale della formazione della Camera di commercio di Milano, Monza-Brianza e Lodi; Galdus – Cooperativa sociale per l’istruzione la formazione e il lavoro; Capac – Politecnico del commercio e del turismo; Energheia – impresa sociale; Afol metropolitana); collaborazioni, a livello universitario, tese alla formazione manageriale e imprenditoriale a sostegno delle start-up d’impresa, con il supporto di E4impact.

© RIPRODUZIONE RISERVATA