LAMIERA 2019 / Mariotti (Ucimu): “Piu’ risorse per le Pmi italiane alle fiere estere”

- La Redazione

In apertura di Lamiera 2019 Alfredo Mariotti, direttore generale Ucimu, sollecita misure di sostegno per l’internazionalizzazione indoor delle Pmi italiane.

alfredo_mariotti

Secondo i costruttori italiani di macchine utensili, robot e automazione, l’Azienda-Italia dovrebbe ragionare di più sull’introduzione di misure che favoriscano l’internazionalizzazione “indoor” delle PMI italiane, buona parte delle quali non possono concedersi la partecipazione a fiere estere a causa dei costi, e hanno dunque nelle fiere in Italia l’unica vetrina utile a presentare la propria offerta.  Per le fiere italiane, è utile prevedere un incremento delle risorse destinate all’invito degli operatori esteri da parte di Ministero Sviluppo Economico e Ice-Agenzia, assicurando così più contatti, anche stranieri, alle PMI espositrici. Lo ha sottolineato Alfredo Mariotti, direttore generale di Ucimu (nella foto), nel corso dell’apertura di Lamiera 2019, in corso fino a sabato a Fieramilano di Rho.

“Se guardiamo la manifestazione nel dettaglio – ha affermato Mariotti – cresce il numero degli espositori e cresce lo spazio ma cresce soprattutto il contenuto dell’evento che, in virtù anche delle numerose iniziative a corollario, saprà richiamare un numero ancora maggiore di visitatori”.

In questo senso è interessante il dato delle imprese estere che espongo a Lamiera 2019 che sono il 29% del totale in rappresentanza di 27: oltre all’Italia, Australia, Austria, Belgio, Canada, Cina, Corea, Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, Giappone, India, Monaco, Irlanda, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Regno Unito, Repubblica Ceca, Romania, Spagna, Svezia, Svizzera, Taiwan, Turchia, Ungheria e Usa.

Il networking internazionale tra espositori e visitatori è favorito anche dall’iniziativa, promossa dall’associazione in collaborazione con il Ministero dello Sviluppo Economico e ICE-Agenzia, che consiste nell’invito di un centinaio di utilizzatori finali, tutti selezionati tra i settori di destinazione delle tecnologie esposte, in rappresentanza di ben  14 Paesi: Arabia Saudita, Brasile, Canada, Cina, India, Malesia, Marocco, Messico, Polonia, Russia, Turchia, USA, Uzbekistan e Vietnam.

Agli oltre 100 operatori invitati da ICE-UCIMU a visitare LAMIERA, si aggiungeranno altri 40 operatori utilizzatori di acciaio e prodotti siderurgici presenti a fieramilano Rho per la manifestazione Made in Steel dedicata alla filiera della produzione dell’acciaio. Le due manifestazioni si svolgono in padiglioni vicini e presentano una concomitanza di due giorni nel loro svolgimento (15 e 16 maggio). Grazie, quindi, all’accordo stretto da CEU-CENTRO ESPOSIZIONI UCIMU con gli organizzatori di Made in Steel, gli espositori di LAMIERA potranno beneficiare della presenza dei 40 end-users (e dei visitatori di Made in Steel) potenzialmente interessati anche alle macchine e alle tecnologie per la lavorazione e deformazione del metallo. Allo stesso modo gli espositori di LAMIERA se interessati potranno visitare Made in Steel liberamente esibendo il pass loro riservato (Made in Steel è infatti mostra a pagamento).

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA