INCENTIVI STATALI PMI, LA GUIDA/ Dove e come scaricarla: le agevolazioni fino al 2023

- Niccolò Magnani

La nuova Guida agli Incentivi Statali per le PMI: dove e come scaricarla. Transizione 4.0, bonus e agevolazioni fino 2021-2023

automazione_robot_lavoro_formazione_lapresse_2017
(LaPresse)

Il 22 marzo 2021 l’agenzia di sviluppo Mendelsohn – attiva sul mercato da oltre 40 anni – ha presentato e pubblicato la nuova Guida agli Incentivi Statali per le PMI 2021-2023: il pamphlet completamente gratuito contiene tutte le principali informazioni su maggiorazioni e proroghe adottate in coerenza con il Piano Transizione 4.0 e con i programmi di sviluppo nazionali. Redatta dall’Ufficio Tecnico normativo dell’Agenzia Mendelsohn, la nuova guida 2021 presenta agevolazioni e consigli fino al 2023 in merito agli incentivi statali disponibili «per crescere sul mercato e cogliere la sfida del miglioramento continuo, affidandosi a manager esperti che rispettino i requisiti previsti per l’ideazione, presentazione e rendicontazione dei progetti di investimento», evitando il rischio di incorrere in profili di irregolarità.

«Affiancare e agevolare attraverso il nostro supporto gli investimenti privati, in particolare nell’innovazione, dare stabilità e certezze alle imprese – sono questi gli obiettivi che ci prefiggiamo per la crescita delle imprese – spiega Sergio Marco Previati, amministratore dell’agenzia Mendelsohn. «Con le nostre divisioni e i nostri manager dell’innovazione, insieme agli esperti di finanza agevolata – conclude Previati – operiamo in maniera sempre più focalizzata sulle attività di ricerca e sviluppo, favorendo le imprese che spingono sull’adeguamento continuo di macchine, tecnologie, reti, sistemi, processi e prodotti». Giusto per citare alcuni dei tanti servizi offerti dalla Guida, nel testo si trovano: maggiorazioni dei tetti e delle aliquote per gli investimenti in nuovi beni strumentali materiali e immateriali; Crediti di Imposta per gli investimenti in attività di Ricerca e Sviluppo, Innovazione, Design, Green e Formazione 4.0; Nuova Legge 181 Aree di Crisi; credito di imposta potenziato per le attività di ricerca e sviluppo nel Mezzogiorno; Bonus Sud e Nuova Sabatini.

IL ‘NODO’ BONUS TRA RICERCA E SUD

Di particolare importanza – visto il periodo particolarmente ricco agevolazioni dovute alla straordinaria crisi economica e lavorativa partorita da pandemia e lockdown – il capitolo riferito ai bonus: ad esempio la Guida dell’Agenzia presenta il Bonus Ricerca 2020, ideato per stimolare la spesa privata in Ricerca, Sviluppo e Innovazione tecnologica e per sostenere la competitività delle imprese. Il credito riconosciuto fino al 45% per i costi sostenuti nell’anno precedente per le attività di ricerca e sviluppo di nuovi prodotti: vi si accede con relazione tecnica dettagliata, con fascicolo tecnico in caso di controlli e infine la certificazione dei costi di ricerca da parte di revisore legale.

Sempre nella Guida agli incentivi statali, viene presentato nel dettaglio anche il Bonus Investimenti Sud: incentivo rivolto a tutte le PMI con pochissime esclusioni (siderurgia, costruzioni navali, carbone, produzione di energia, finanza, credito, assicurazioni) che può concedere investimenti agevolativi tra impianti, macchinari e strumenti di fabbrica in tutte le Regioni del Meridione, isole comprese. Come riporta il focus del Corriere della Sera, citando la nuova Guida, il bonus riconosciuto è il 45% nel caso di piccole imprese, 35% per le medie e 25% per quelle di grandi dimensioni. Per il Molise e l’Abruzzo, però, le percentuali di aiuto sono ridotte rispettivamente al 30%, al 20% e al 10%. Per tutti gli altri bonus, incentivi e agevolazioni rimandiamo al testo integrale della Guida Mendelsohn.

© RIPRODUZIONE RISERVATA