Incidente a Sezze: auto nel canale, un morto/ Anziano 79enne perde il controllo

- Davide Giancristofaro Alberti

Incidente a Sezze, morto un anziano 79enne dopo che questi ha perso il controllo del proprio mezzo ed è finito in un canale. Un 21enne è invece deceduto a Ciampino

Incidente e Polizia
Incidente, auto nel fosso (LaPresse, immagini di repertorio)

Due tragici incidenti mortali nel giro di poche ore nel Lazio, fra il cui primo avvenuto a Sezze, in provincia di Latina: un’auto è volata da un ponte, terminando la propria corsa incontrollata nel canale sottostante, e la persona a bordo è deceduta. Inizialmente si pensava che fossero due le persone sull’autovettura, ma solo dopo è stato accertato che l’occupante fosse uno solo. In base ad una prima ricostruzione riportata dall’edizione online del quotidiano Il Messaggero, sembra che l’auto sia arrivata “lunga” sulla strada sovrastante, sbattendo contro un muretto che però non è riuscito a contenere l’impatto, facendo ribaltare il mezzo, finito poi nell’Ufente, sotto il ponte Ferraioli lungo la strada Migliara 47. I vigili del fuoco sono dovuti intervenire con una gru per recuperare l’auto, una Opel Astra di colore chiaro, al cui interno hanno trovato il corpo di un anziano del posto, un uomo nato nel 1942 (di anni 79) originario di Sezze. Sembra che la vittima si stesse recando al lavoro presso il suo terreno, e sul posto sono giunti nel giro di pochi minuti anche i famigliari del signore anziano, che hanno confermato la presenza “singola” nell’auto.

INCIDENTE A SEZZE, UN MORTO ANCHE A CIAMPINO

Il secondo incidente è invece avvenuto in quel di Ciampino, in pieno centro, e a perdere la vita è stato un ragazzo di soli 21 anni. Il giovane era a bordo di una moto Suzuki scontratasi con una Volkswagen Passat. L’episodio è avvenuto in via di Morena, in direzione XXIV Maggio, e per cause ancora da accertare il centauro ha urtato l’auto guidata dal 40enne nei pressi del Municipio. Un urto lieve ma tanto è bastato per far perdere l’equilibrio al ragazzo, che è caduto sull’asfalto, finendo poi contro il marciapiede, sbattendo la testa. Il motociclista è apparso fin da subito in condizioni disperate, e gli uomini del 118 hanno provato a rianimarlo per più di un’ora fino a quando sono stati costretti a gettare la spugna. Trasportato successivamente al San Giovanni, è morto poco dopo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA