INCIDENTE RULLI, CONCORRENTE RISCHIA PARALISI/ Ciao Darwin, ma qualcuno li rimpiange

- Silvana Palazzo

Incidente ai rulli del Genodrome di Ciao Darwin, il concorrente Gabriele Marchetti rischia paralisi. Ed Ettore Andenna attacca il programma: “Hanno esagerato”

Incidente Ciao Darwin 2019
Incidente Ciao Darwin 2019

Dopo l’incidente di Gabriele Marchetti ai rulli del Genodrome di Ciao Darwin sono spariti i cosiddetti “cilindroni”. Una decisione inevitabile considerando i danni riportati dal concorrente, che rischia la paralisi, e anche le ripercussioni giudiziarie, visto che c’è un inchiesta in corso. E infatti il macchinario dei rulli è stato posto sotto sequestro dalla Procura di Roma. Una decisione, dunque, comprensibile, ma che ha suscitato qualche malumore tra i telespettatori di Ciao Darwin. Nel corso della scorsa puntata hanno infatti evidenziato come le modifiche apportate al Genodrome lo abbiano reso meno “divertente”. « Hanno tolto i rulli per l’incidente avvenuto a un concorrente.. ma erano la cosa più bella..», ha scritto un utente su Twitter. Gli ha fatto eco un altro: « Dopo l’incidente hanno giustamente tolto i rulli… che tra parentesi erano la mia parte preferita». La sicurezza, però, viene prima di tutto. (agg. di Silvana Palazzo)

IL MESSAGGIO PER GABRIELE MARCHETTI

L’incidente ai rulli del Genodrome è l’unica “macchia” di Ciao Darwin, la cui stagione volge al termine. Questa vicenda ha inevitabilmente segnato il programma, che infatti ha modificato sensibilmente il meccanismo del gioco dopo che un suo concorrente, Gabriele Marchetti, si è fatto male al punto tale che rischia la paralisi. A proposito del 54enne romano, sono pochissime le notizie che si hanno riguardo le sue condizioni. Da quando infatti ha lasciato l’ospedale per trasferirsi in una clinica dove ha cominciato la riabilitazione, non si sa se ci sono stati progressi. Neppure dai social trapela qualcosa. C’è solo un messaggio di solidarietà lasciato sulla bacheca della moglie: «Auguri Sabrina e tanti auguri di una veloce ripresa anche a Gabriele». E in effetti sono quelli estesi anche dai telespettatori subito dopo l’incidente ai rulli. Com’è noto, la struttura è stata posta sotto sequestro, quindi la produzione del programma condotto da Paolo Bonolis ha dovuto adeguarsi. Niente rulli, ma una staffetta finale meno pericolosa.

INCIDENTE RULLI, ANDENNA CONTRO CIAO DARWIN

Dell’incidente ai rulli ha parlato Ettore Andenna, uno dei padri delle televisioni private in Italia e conduttore di programmi di successo in Rai come “Giochi senza frontiere”. «Loro, secondo me, l’hanno fatta fuori dal vaso. Noi facevamo prevenzione sui giochi, si stava molto attenti». E fa riferimento a Popi Perani, ideatore dei giochi di Giochi senza frontiere, che spesso diceva: «No, questo gioco non lo facciamo altrimenti i concorrenti rischiano di farsi male». Lì forse si sono fatti prendere la mano e qualcuno si è fatto male», ha dichiarato Andenna nell’intervista rilasciata ai microfoni di Spy. In quest’occasione ha anche accusato Ciao Darwin di aver “copiato” un suo programma, La Bustarella, che andava in onda ad Antenna 3 Lombardia. Ettore Andenna ritiene dunque che Ciao Darwin sia l’evoluzione del suo programma, ma con una sostanziale differenza: l’attenzione appunto sui giochi. Un’accusa pesante quella rivolta alla produzione di Ciao Darwin, ma non l’unica, se consideriamo le critiche piovute dopo l’incidente ai rulli del Genodrome per il quale il concorrente Gabriele Marchetti rischia la paralisi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA