Incidenti stradali: 19enne morto a Biancavilla/ 73enne investito e ucciso a Roma

- Davide Giancristofaro Alberti

Incidenti stradali: un 19enne è morto a Biancavilla dopo aver perso il controllo della propria moto. Morto anche un 73enne a Roma

Airbag esploso
Incidente, scoppio airbag: immagini di repertorio (LaPresse)

Sono due gli incidenti stradali, purtroppo mortali, verificatisi nelle ultime ore. Il numero delle vittime è calato molto nelle ultime settimane a seguito delle misure restrittive attuate dal governo per contenere l’epidemia da coronavirus, ma purtroppo si segnalano ancora morti sulle strade, la maggior parte lavoratori che vanno al lavoro o rientrano da aziende, uffici, negozi ecc ecc. L’ultima vittima ci giunge da Biancavilla, in provincia di Catania (Sicilia). Un giovane di appena 19 anni di nome Yonut Monacu, è morto dopo un violento scontro a bordo della sua moto di grossa cilindrata. Stando a quanto riferito da diversi quotidiani locali, l’incidente sarebbe avvenuto lungo viale Europa, nei pressi di piazza Falcone-Borsellino. Originario della Romania, viveva in Sicilia da alcuni anni, dove lavorava come bracciante agricolo.

INCIDENTI STRADALI: 73ENNE INVESTITO NELL’OSTIENSE

Ancora da ricostruire l’esatta dinamica dei fatti, ma pare che il 19enne abbia fatto tutto da solo, dopo aver perso il controllo del mezzo, e essersi schiantato contro un palo della pubblica illuminazione. Il ragazzo è morto pressochè sul colpo, con i sanitari, che una volta giunti sul luogo dell’incidente, non hanno potuto fare altro che constatarne il decesso. Altro incidente mortale avvenuto nell’Ostiense, a Roma: un uomo di 73 anni falciato da un auto. Una vicenda avvenuta attorno alle ore 13:00 di ieri pomeriggio sulla via Ostiense, nei pressi del ponte ferroviario. La vittima si chiamava Fabrizio Di Francesco, come specificato da RomaToday, e stava attraversando la strada quando un van l’ha investito. L’uomo è morto sul colpo, e anche in questo caso vanno accertati i fatti, con il guidatore del mezzo, un lavoratore di una ditta di telecomunicazioni, risultato negativo ad alcol e droga.

© RIPRODUZIONE RISERVATA