Incidenti stradali, 54enne morto a Monte Urano/ Due vittime a Brescia e a Lecce

- Davide Giancristofaro Alberti

Incidenti stradali: tre vittime nel giro di poche ore sulle strade d’Italia. Morti un 52enne, un 54enne e un 65enne: tutti i dettagli

Turista investita e uccisa
Ambulanza (LaPresse, 2019)

Tre incidenti stradali, purtroppo con esiti mortali, si sono verificati nelle scorse ore. Uno dei più gravi è avvenuto nel pomeriggio di ieri nelle Marche, precisamente in località Monte Urano (provincia di Fermo). A perdere la vita, il 54enne Alberto Sabbatini, che a bordo della sua moto si è scontrato frontalmente con un’auto lungo la strada provinciale Faleriense. L’impatto è avvenuto attorno alle ore 15:00 di ieri, domenica 23 febbraio: una 75enne alla guida di una Renault Twingo stava svoltando verso sinistra, viaggiando in direzione mare, quando, dal senso opposto di marcia, stava appunto sopraggiungendo il 54enne centauro. Sabbatini, dopo l’urto, è stato sbalzato a circa una ventina di metri di distanza, e le sue condizioni fisiche sono apparse sin da subito disperate. Trasportato presso l’ospedale Torrette di Ancona con l’elisoccorso, è morto poco dopo l’arrivo presso il nosocomio. Illesa l’anziana a bordo dell’auto, sotto choc.

INCIDENTI STRADALI: UNA VITTIMA A RODENGO SAIANO

Nella notte fra sabato e domenica è invece venuto a mancare il 52enne Dario Bonfadelli, in quel di Rodengo Saiano, provincia di Brescia. La vittima avrebbe fatto tutto da sola, finendo fuori strada con la propria auto lungo via Valzina. Dopo essersi ribaltato è finito nella vegetazione, un impatto violentissimo che non ha lasciato scampo all’automobilista anche perchè l’auto sarebbe stata segnalata solo la mattina di domenica, attorno alle ore 8:00, da un passante. Quando rinvenuto, l’uomo era deceduto ormai da qualche ora. Infine un’ultima vittima, un 65enne originario della provincia di Lecce, morto dopo essersi schiantato contro un palo lungo la strada litoranea che collega Andrano a Tricase. L’uomo avrebbe perso il controllo del mezzo molto probabilmente a causa di un malore, scontrandosi appunto contro il palo: l’impatto non gli ha lasciato scampo alcuno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA