CORONAVIRUS, INFERMIERA MUORE DURANTE PARTO/ Miracolo: i medici salvano sua figlia

- Davide Giancristofaro Alberti

Infermiera incinta muore per Coronavirus: i medici salvano la sua bambina col parto cesareo. Miracolo in UK: la storia di Mary Agyeiwaa Agyapong che pochi giorni fa aveva perso il padre

Mary Agyeiwaa Agyapong, l'infermiera morta di Coronavirus
Mary Agyeiwaa Agyapong, l'infermiera morta di Coronavirus (Web, 2020)

La storia di Mary Agyeiwaa Agyapong sta commuovendo l’opinione pubblica d’Oltremanica non solo perché i medici non sono riusciti a salvare anche la madre assieme alla figlia ma perché la 28enne infermiera stroncata dal Coronavirus solo poco tempo fa aveva perso il padre, ammalatosi anch’egli a causa dello stesso virus. “Il vagito della bambina è stato l’unico raggio di luce in questi tempi molto bui” ha spiegato David Carter, il direttore dell’ospedale dove la donna ha lavorato per oltre cinque anni: pare infatti che dopo il suo ricovero di cui si è detto sopra, le condizioni della Agyapong siano peggiorate improvvisamente alla viglia di Pasqua e così i medici, anticipando il parto, hanno provato non solo a far nascere la bimba ma pure a salvare la sua vita. Tutto inutile purtroppo per la 28enne che quindi è morta pochi giorni dopo il genitore: “Mary qui era un membro amato e molto stimato del nostro team, un’infermiera fantastica e un esempio per tutti” ha aggiunto Carter, mentre un crowdfunding è stato aperto sulla piattaforma GoFundMe per raccogliere dei fondi a favore del marito dell’infermiera e pare che al momento sono state donate oltre 120mila sterline. (agg. di R. G. Flore)

LA BAMBINA SALVATA GRAZIE AL PARTO CESAREO

La vita ai tempi del coronavirus è fatta di storie drammatiche e nel contempo incredibili. E’ il caso ad esempio della vicenda portata alla luce da Channel 4 News, che ha come protagonista una giovane infermiera incinta, risultata positiva al coronavirus: la giovane madre non ce l’ha fatta, morendo a causa dell’infezione da covid-19, ma la sua bimba è invece nata, ed ora è tra di noi. Mary Agyeiwaa Agyapong, così si chiamava la 28enne infermiera dell’Nhs, il sistema sanitario inglese, è stata sottoposta ad un parto cesareo per far nascere la sua bambina, e i medici sono riusciti nell’impresa di salvare la piccola, anche se purtroppo la madre è morta. Non è ancora ben chiaro se anche la bimba sia positiva o meno al coronavirus, fatto sta che la stessa è viva e vegeta, ed è in buone condizioni. “Un’infermiera favolosa e un ottimo esempio di ciò che rappresentiamo”, la ricordano così i colleghi del Luton and Dunstable Hospital. Mary, dopo aver preso il coronavirus, sembrava stesse migliorando, ma all’improvviso le sue condizioni fisiche sono peggiorate, e di conseguenza i medici hanno optato per un taglio cesareo d’emergenza.

INFERMIERA INCINTA MUORE PER CORONAVIRUS: LA NOTA DI CORDOGLIO DELL’OSPEDALE

Domenica Mary è spirata, e a qual punto la nascita della bimba che portava in grembo sembrava un “faro di luce – racconta i dottori – in un momento molto buio”. Successivamente l’ospedale in cui la 28enne infermiera lavorava ha diramato una nota in cui si legge: “È con grande tristezza che possiamo confermare la morte di una delle nostre infermiere, Mary Agyeiwaa Agyapong, che è deceduta domenica (12 aprile). Mary ha lavorato qui per cinque anni ed è stata un membro molto apprezzato del nostro team, un’infermiera fantastica e un ottimo esempio di ciò che rappresentiamo qui. È risultata positiva al Covid-19 dopo essere stata sottoposta al test il 5 aprilel ed è stata ricoverata in ospedale il 7 aprile. I nostri pensieri e le nostre più sentite condoglianze – conclude lo staff sanitario – sono per la famiglia e gli amici di Mary in questo momento triste. Chiediamo che la loro privacy sia rispettata in questo momento”. Subito dopo il decesso è stato aperto un fondo donazioni tramite GoFundMe, che ha raccolto fino ad ora 10.000 sterline.



© RIPRODUZIONE RISERVATA