INGER NILSSON, PIPPI CALZELUNGHE/ “Positiva al Covid prima di Domenica Live”

- Hedda Hopper

Inger Nilsson, Pippi Calzelunghe, che fine ha fatto l’attrice che ha prestato il volto al famoso personaggio? Risultata positiva al Covid prima di Domenica Live

pippi calzelunghe domenica live 640x300
Inger Nilsson

Inger Nilsson sarebbe dovuta essere in studio ma una volta giunta in aeroporto a Francoforte è risultata positiva al Covid e quindi è stata costretta a fare ritorno nel suo Paese di origine. Questo pomeriggio, quindi, è intervenuta in collegamento con Domenica Live. “Sono arrossata, un po’ stanca, veramente mi sono presa il Coronavirus, sono sottosopra, è come una brutta influenza”, ha dichiarato l’attrice. Ai tempi di Pippi Calzelunghe, Inger aveva appena 8 anni. Nel corso della sua ospitata in collegamento con la trasmissione di Canale 5, non sono mancati i filmati storici della serie televisiva che ha appassionato più di una generazione, narrando le vicende di una bambina libera ed esuberante, tra il cavallo “zietto” e i due amici vicini di casa. Oggi Pippi Calzelunghe resta una icona intramontabile dopo aver fatto sognare tutto il mondo. Ma Barbara d’Urso intende raccontarlo insieme all’attrice una volta che risulterà negativa al tampone per il Coronavirus. “Il mio segreto è quello di non cantare più la canzone”, ha chiosato, prima di salutare il pubblico di Domenica Live. (Aggiornamento di Emanuela Longo)

Inger Nilsson, Pippi Calzelunghe, che fine ha fatto l’attrice?

La monella più famosa al mondo ha un volto che è rimasto lo stesso in questi anni ed è quello di Inger Nilsson. Basta guardarla negli occhi rivivere quei momenti e tuffarsi in un minuto nelle avventure dell’amata Pippi Calzalunghe, con il suo abitino, i suoi animali, le sue strane trecce rosse, un personaggio che non ha fatto compagnia ad almeno tre generazioni di bambini e che ha preso forma proprio con la brava Inger Nilsson. Ma che fine ha fatto l’attrice che le ha prestato il volto? Di recente in un’intervista rilasciata a Vanity Fair, l’attrice ha ricordato i primi momenti, quelli dei casting svolti a livello nazionale in Svezia, fino all’arrivo sul set di una serie, nata sul finire degli anni 70, che ha portato sullo schermo  il celebre personaggio creato 75 anni fa dalla penna di Astrid Lindgren. Da allora sono passati ormai 50 anni e Inger Nilsson ne ha poco più di 70 ma il suo volto e i suoi capelli sono ancora quelli di allora anche se nella stessa intervista ha ammesso: “Indossavo una parrucca, per questo le mie trecce non si abbassavano mai”.

Inger Nilsson, Pippi Calzelunghe, dal cast alla sua nuova vita da icona

All’epoca si è buttata in questa avventura ignara che Pippi Calzelunghe sarebbe vissuta così a lungo e che la serie riscuotesse il successo che ha portato a casa, ma Inger Nilsson è sempre rimasta con i piedi per terra, ha preferito mantenere un profilo basso anche sul set tant’è che la sua vita non è mai cambiata: “Ho continuato a vivere nella stessa casa con i miei genitori e i miei fratelli e ho continuato ad andare a scuola. Naturalmente ero riconosciuta ovunque andassi, tant’è che è molto difficile per me ricordare la mia vita prima di Pippi: mi sono abituata presto alla fama e alla notorietà ma, per il resto, non è cambiato poi molto”. La cosa curiosa è che all’epoca lo stipendio di attrice non bastava per permetterle di vivere e pagare l’affitto a Stoccolma e così doveva alternare il lavoro sul set con uno da segreteria in uno studio medico e il teatro. E oggi? Sembra che non sia a lavoro ormai da qualche anno ma mai dire mai.

© RIPRODUZIONE RISERVATA