INTER PRIMA NEL GIRONE SE…/ Champions League, i risultati utili: ko al Bernabeu

- Fabio Belli

Inter prima nel girone se… in Champions League solo la vittoria consentirebbe ai nerazzurri di prendersi il primo posto ed essere testa di serie al sorteggio degli ottavi.

inzaghi inter
Simone Inzaghi, allenatore Inter (Foto Lapresse)

INTER PRIMA NEL GIRONE SE: KO AL BERNABEU

L’Inter si qualificherà come prima nel girone agli ottavi di finale di Champions League? Il ko per 2-0 al Bernabeu ha sancito che i nerazzurri dovranno accontentarsi del secondo posto in classifica, non essendo dunque teste di serie al sorteggio degli ottavi. L’Inter già sotto a fine primo tempo non ha trovato la rimonta, subendo il secondo gol e anche l’espulsione di Nicolò Barella, che sarà dunque costretto anche a saltare gli ottavi di finale in cui i nerazzurri dovranno affrontare dunque una delle prime classificate della fase a gironi. (agg. di Fabio Belli)

INTER PRIMA NEL GIRONE SE: NERAZZURRI SOTTO

Se l’Inter si qualificherà come prima nel girone agli ottavi di finale di Champions League sarà possibile scoprirlo solo alla fine di questa sesta giornata della competizione, ma per i nerazzurri la strada verso il sorpasso al Real Madrid è in salita visto che il primo tempo al Bernabeu si è chiuso con i padroni di casa avanti 1-0. Inter sotto nel punteggio a causa di un gol di Toni Kroos, ma la squadra di Inzaghi sta soffrendo il gioco di quella di Ancelotti, che nel finale di tempo ha anche sfiorato con Rodrygo, che ha colpito un clamoroso palo, il gol del raddoppio. (agg. di Fabio Belli)

INTER PRIMA NEL GIRONE SE: IN CAMPO AL BERNABEU

Manca poco ormai al fischio d’inizio della partita che ci dirà se l’Inter si qualificherà come prima nel girone agli ottavi di finale di Champions League, non c’è molta scelta per i ragazzi allenati da Simone Inzaghi che dovranno per forza cercare di sbancare il Santiago Bernabeu. Uno stadio tabù per i nerazzurri anche se proprio al Bernabeu si è consumata una delle più grandi gioie della storia interista. La conquista della Champions League nella stagione 2009/10, con la finale vinta contro il Bayern Monaco.

Tutt’altra musica con il Real Madrid a fare da società ospitante: tutti i precedenti casalinghi si sono chiusi con una vittoria dei Blancos, anche quando si è giocato in campo neutro a Siviglia. Da ricordare in particolare le sfide rimaste nell’epica sportiva nelle semifinali di Coppa UEFA negli anni 80, in cui il Real Madrid aveva puntualmente vanificato gli assalti nerazzurri a San Siro con grandi prestazioni tra le mura amiche.

I RISULTATI CHE SERVONO AI RAGAZZI DI INZAGHI

L’Inter si qualifica agli ottavi di Champions League da prima nel girone se… dopo la vittoria contro lo Shakhtar ci sono in realtà pochi calcoli da fare per i ragazzi allenati da Simone Inzaghi. L’Inter ha infatti conquistato il matematico accesso agli ottavi di finale da seconda classificata, tornando dunque sicuramente tra le prime 16 d’Europa: un traguardo che l’Inter non raggiungeva dalla stagione successiva alla conquista dell’ultima Champions, nell’annata 2010/11 in cui l’avventura terminò nei quarti di finale contro i tedeschi dello Schalke.

Per accedere agli ottavi da primi della classe, però, non ci sarà da fare calcoli relativi alla differenza reti o allo scontro diretto con il Real Madrid. La squadra di Ancelotti arriva a quest’ultima giornata della fase a gironi avanti in classifica, sarà sufficiente per gli spagnoli pareggiare in casa per essere testa di serie nel sorteggio degli ottavi di finale, anche se l’Inter proverà a giocare a viso aperto, sfruttando il recente ottimo momento di forma messo in mostra anche nello 0-3 rifilato all’Olimpico alla Roma, per ribaltare la situazione.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA