Interessi conto corrente/ La differenza con conto deposito, cosa è consigliato fare

- Danilo Aurilio

Gli interessi sul conto corrente e conto di deposito. Le vere differenze e le operazioni consigliate da fare. Ecco tutti i dettagli

bankitalia
La sede di Banca d'Italia (LaPresse)

Interessi conto corrente: come sono cambiati (in peggio)

Gli interessi sul conto corrente nel corso di questi anni hanno subito parecchi cambiamenti in maniera negativa. Proprio per questo motivo molte persone, sopratutto i pensionati, meno esperti nel campo, hanno pensato a delle alternative per il ricevimento della pensione, come per esempio le carte con un conto IBAN.

Al giorno d’oggi è difficile trovare un conto corrente che permette di guadagnare degli interessi, infatti gli strumenti che danno questa possibilità sono i conti deposito. Analizziamo insieme qual è la differenza tra un contro corrente normale e uno di deposito.

Interessi conto corrente: la differenze col conto deposito

Come accennato poco fa, gli interessi sul conto corrente, hanno subito parecchie variazioni. Il conto corrente è uno strumento che ti permette di gestire tutte le tue finanze e consente di effettuare questo tipo di operazioni:

  • Fare prelievi presso ATM sia della propria banca, sia con altre banche (nel caso in cui parliamo di conti correnti online non vengono pagate delle commissioni);
  • Ricevere ed effettuare bonifici;
  • Accreditare pensioni e stipendi;
  • Pagare le utenze domestiche (bollette luce, gas, internet ecc.).

Queste tipologie di operazioni solitamente non hanno un costo per chi sceglie di conservare soldi in un conto online. In questo modo è possibile gestire tutto il denaro da remoto grazie alle rispettive App e internet banking. In alcuni conto correnti possono essere previsti ulteriori vantaggi, come per esempio:

  • Assenza di imposta di bollo;
  • Compensi sulla carta, come per esempio la percentuale di cashback sugli acquisti.

Adesso passiamo al conto deposito. In questo caso consente la possibilità di ottenere dei rendimenti sui depositi dei propri soldi su periodi di media/lunga durata. Sia apertura del conto e gestione sono completamente gratuiti.

I tassi di interessi per quanto riguarda i conti deposito di quest’anno possono variare da 0,50% fino a un massimo del 4%. In questo caso è molto consigliato effettuare in maniera costante delle analisi comparative in modo tale da essere sempre aggiornati a possibili migliori soluzioni più vantaggiose.

Versare dei soldi su un conto deposito non prevede dei rischi, per il semplice fatto che i soldi sono tutelati dal Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi, per un massimo di 100.000 euro. Nel caso in cui la banca dovesse fallire quinidi, è previsto il rimborso fino a quest’ultimo importo. Il guadagno con un conto deposito varia da:

  • Durata del vincolo;
  • Capitale depositato.

Ricordiamo che esistono dei conti deposito vincolati e non, come fa intuire la parola stessa, nel primo caso non è possibile prelevare la somma di denaro prima del termine, nel secondo caso sì.





© RIPRODUZIONE RISERVATA