Io ti cercherò 2 si farà?/ Il finale della prima stagione non lascia dubbi, ma…

- Matteo Fantozzi

Io ti cercherò 2 si farà? Maya Sansa frena gli animi parlando di miniserie concepita con inizio e fine. Il finale della prima stagione sembra non lasciare dubbi, ma…

Valerio ed Ettore, protagonisti della fiction ‘Io ti cercherò’
Valerio ed Ettore, protagonisti della fiction ‘Io ti cercherò’

Il finale di stagione fa pensare che Io ti cercherò 2 non si farà, ma questo era prevedibile già alla vigilia della messa in onda dell’episodio in questione. Si è scoperto infatti l’assassino di Ettore, ma come sarebbe stato possibile prolungare l’agonia dei protagonisti fino alla prossima stagione? Rimane il fatto che anche stasera, guardando i social e senza aspettare i dati auditel, la serie ha avuto un grandissimo successo di pubblico e questo potrebbe portare la produzione a una seconda stagione. Gli spunti d’altronde sembrano esserci e vanno da un nuovo caso al futuro di Gianni e a quello di Valerio con Sara. C’è poi anche la maternità di Martina ad offrire una pista, abbiamo infatti scoperto stasera che la ragazza metterà alla luce il figlio di Ettore stesso. Come potrà essere Valerio come nonno? Tornerà insieme a Sara? Sono tutte domande che si spera possano offrire spunti per andare avanti nella narrazione, senza rovinare però quanto di buono fatto in questa prima stagione.

La storia tra Sara e Valerio motivo per andare avanti

Difficile capire se si farà Io ti cercherò 2, quello che provano a ipotizzare i fan della serie, incollati alla tv per il finale di stagione, è se ci sono i presupposti per andare avanti. La risposta sembra abbastanza intuibile, cioè che la scoperta degli assassini di Ettore possa spegnere ogni pathos. Non è proprio così perché sono diversi i motivi per credere di poter voltare pagina e tra questi ci sono Sara e Valerio. I due sono ex che si sono molto riavvicinati in seguito a questo evento tragico, tra di loro c’è qualcosa, un filo interrotto che sembra potersi riallacciare da un momento all’altro. La situazione rimane delicata, ma c’è la sensazione che proprio si possa costruire qualcosa attorno alla loro storia. Attenzione però perché non si possono nemmeno fare forzature e trasformare una serie poliziesca in una commedia, appare dunque sempre più probabile che se questo sarà il motivo principale per andare avanti ci sarà ovviamente anche un altro caso per Valerio.

Miniserie con un finale e…

Si farà Io ti cercherò 2? La serie tv con Alessandro Gassmann vede terminare stasera, 26 ottobre 2020, la prima stagione in onda su Rai 1 in prima tv. Questa ha avuto un successo straordinario anche se sembra difficile pensare di andare avanti. La conferma potrebbe arrivare stasera direttamente dall’ultima puntata, quando scopriremo se l’assassino del figlio del protagonista sarà incastrato. Qualora ci fosse una risposta gli appigli per una seconda stagione sarebbero davvero pochi. Attenzione però perché ormai dilaga la moda delle stagioni autoconclusive almeno in America. Black Mirror, American Horror Story e Slasher sono tre delle serie tv che ci hanno mostrato come aver successo chiudendo una storia e aprendone un’altra nella seconda stagione, molto spesso facendo recitare anche gli stessi attori in ruolo diversi. In Italia siamo pronti per questo? Staremo a vedere.

Io ti cercherò 2 si farà? Le parole di Maya Sansa

Maya Sansa si è pronunciata sull’ipotesi di vedere Io ti cercherò 2. L’attrice è tra i protagonisti della fiction e ha spiegato a TvSerial.it: “Tutto è stato concepito come una miniserie, con un inizio e una fine che sono molto completi”. Nonostante questo le fantasie del pubblico continuano ad alimentarsi anche per le parole degli addetti ai lavori. Sempre al portale dedicato alle serie tv ha parlato Andrea Sartoretti:La fantasia degli autori non ha limiti. Certo la serie ha un inizio e una fine, ma si possono mettere le mani su qualsiasi cosa se si ha una buona intuizione”. Al momento dunque risulta davvero difficile capire cosa ci aspetterà, ma la sensazione generale è che se ci sarà un’idea per trovare uno spunto credibile si potrà anche andare avanti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA