Irama “Piuma? Il mio scudo, ero vittima di bullismo”/ “Ragazzi volevano aggredirmi…”

- Alessia Miceli

Irama conferma al Corriere che la canzone portata a Sanremo “Ovunque sarai” alla nonna: “Ma non voglio spiegare perché”. E svela il significato della piuma che porta sempre con sé…

Irama foto a Sanremo e foto con la nonna
Irama collage, foto a Sanremo 2022 e foto con la nonna (Foto: web)

Irama, all’anagrafe Filippo Maria Fanti, dopo aver partecipato al Festival di Sanremo 2022 con la canzone “Ovunque sarai”, racconta al Corriere della Sera l’importanza che questo brano ha per lui, la dedica e il ricordo della nonna. Irama racconta molto di sé, del suo nuovo album e del significato della piuma, oggetto che da sempre porta con se. Si tratta di un simbolo che porta sempre con sé e che da sempre ha destato molta curiosità nei suoi fan. Il motivo affonda le radici nella sua infanzia. Parlando della sua grande sensibilità (che da sempre lo contraddistingue) e del fatto che spesso da piccolo temeva il giudizio degli altri.

Perché Irama ha sempre con sé una piuma e il nuovo album

Ciò era dovuto anche ad episodi di bullismo che Irama ha vissuto sulla sua pelle da bambino, crescendo ha imparato a superare le sue insicurezze e ha sempre usatole piume come simbolo protettivo. “Ho avuto episodi in cui c’era un gruppetto che mi voleva menare. Le piume le ho sempre portate come scudo da chi mi prendeva in giro e anche da qualche gruppetto che voleva aggredirmi fisicamente. Ho imparato a essere me stesso totalmente e non essere qualcosa per gli altri, ma non le mollerò mai: non è styling, fanno parte di me, sarebbe come mollare me stesso“, dice al Corriere. Irama parla molto anche del suo nuovo album, dei vari generi intrisi all’interno delle sue canzoni e delle basi musicali, parla delle varie collaborazioni fatte per questi brani, collaborazioni con: Sfera, Rkomi, Willy William, Shablo, Lazza, Rkomi ed altri artisti, sembra molto contento del risultato finale e in una delle canzoni: “Iride” Irama parla di se stesso definendosi “un ragazzetto che voleva fare l’arrogante ma che è cambiato molto”.

Irama “Ho scritto Ovunque sarai per mia nonna”

Nonostante Irama non abbia vinto il Festival di Sanremo 2022, il suo brano “Ovunque sarai” è stato il brano più ascoltato dopo il brano “Brividi” dei vincitori di Sanremo Mahmood e Blanco. Sempre al Corriere spiega che il suo rapporto con la musica non si basa sulle vittorie conseguite, bensì sul numero degli ascolti e quindi sull’impatto che quel brano ha avuto sulle persone, sulla loro vita e sui loro ricordi. Per Irama “le canzoni vengono indossate dalle persone”, le canzoni parlano delle persone che non ci sono più e che ci erano care, molto spesso le ricordano e basta; nel suo caso, Irama ha scritto la canzone con cui ha gareggiato a Sanremo 2022 per sua nonna. “Non lo dissi perché non volevo cercare la notizia o essere paraculo. Postai quella foto con mia nonna senza dire chi fosse ma preferisco non raccontare altro. Le mie canzoni sono spesso legate a persone perse“. Dunque, ogni volta che Irama canta “Ovunque sarai” il suo pensiero va alla nonna, a cui era molto legato.







© RIPRODUZIONE RISERVATA