Isco alla Juventus?/ Calciomercato: richiesta di Pirlo, Cristiano Ronaldo gradirebbe

- Alessandro Nidi

L’arrivo in panchina del bresciano ha stimolato nuove riflessioni in casa bianconera: si punta forte sul centrocampista del Real Madrid

Isco contro la Juve
Isco vs De Sciglio, Real Madrid-Juventus (LaPresse)

Che in casa Juventus si stia vivendo un vero e proprio ribaltone in seguito all’esonero di Maurizio Sarri e all’arrivo sulla panchina bianconera di Andrea Pirlo non è certo un mistero. L’avvento dell’ex centrocampista bresciano all’ombra della Mole Antonelliana comporta innanzitutto una revisione della filosofia di gioco dei campioni d’Italia e, di conseguenza, un confronto sulle trattative di mercato da imbastire al più presto. Il summit, stando ad alcune fonti torinesi, sarebbe già avvenuto e fra i nomi indicati dal nuovo tecnico zebrato spiccherebbe quello del calciatore del Real Madrid Isco, da sempre un pallino della dirigenza juventina e dello stesso Pirlo. Come sottolineato dalla testata giornalistica iberica “Don Balon”, era stato proprio quest’ultimo a indicare nel maggio del 2019 il profilo del calciatore alla società della Continassa, sostenendo che fosse l’uomo più adatto per rifornire i palloni di cui necessita Cristiano Ronaldo all’interno dei 16 metri avversari per ferire a morte la difesa rivale.

ISCO ALLA JUVENTUS? INGAGGIO PESANTE, MA…

Resta ora da capire se il passaggio di Isco alla Juventus potrà realmente concretizzarsi o se rimarrà uno dei classici sogni di mercato estivi. La “Vecchia Signora” ha salutato anzitempo la Champions League, uscendo per mano del Lione agli ottavi di finale e perdendo, di conseguenza, la possibilità di arricchire gli introiti stagionali con i premi UEFA e i milioni del market pool per i diritti televisivi (l’Atalanta ringrazia), dunque ogni movimento economico andrà calibrato con precisione dalla dirigenza. In casa bianconera puntano molto sul fatto che a Madrid Isco non sia così blindato, come testimoniano il contratto con le Merengues in scadenza al 30 giugno 2022 e i 1700 minuti scarsi di impiego del giocatore da parte di Zidane nel corso della stagione appena archiviata. Si valuta così la possibilità di convincere lo spagnolo grazie all’appeal di Cristiano Ronaldo e all’offerta delle medesime condizioni salariali attuali (circa 7 milioni di euro a stagione), puntando magari a uno scambio con il Real per abbattere l’esborso cash per l’acquisto del cartellino del giocatore. Pirlo ci spera…

© RIPRODUZIONE RISERVATA