Ivan Cottini/ “Mi sentivo un vero parassita per i miei familiari”

- Mirko Bompiani

Ivan Cottini e la vittoria sulla pensione di invalidità, da 290 a 649 euro: “Sono felicissimo come un bambino nel giorno di Natale”

ivan cottini
(Storie Italiane)

Ivan Cottini ospite oggi di Storie Italiane: il ballerino malato di sclerosi multipla ha raccontato al pubblico a casa la sua vittoria sulla pensione di invalidità. Una battaglia partita da lontano, dalla denuncia al programma condotto da Eleonora Daniele risalente al 2018, e che ha visto un importante cambiamento: da 290 a 649 euro. Queste le parole del ballerino: «15 mesi fa è iniziata questa battaglia, siamo arrivati a una sentenza della Corte Costituzionale e il responso è stato inserito nel decreto di agosto: riconosceva infatti che non era dignitoso per uno Stato civile una pensione di 290 euro. Mi sentivo un vero parassita per i miei familiari. Questo aumento a 649,00 euro è una grande vittoria».

IVAN COTTINI: “FELICE COME UN BAMBINO A NATALE”

Ivan Cottini si è detto fiero di questo traguardo, anche pensando alle altre persone nella sua stessa situazione: «Sono felicissimo come un bambino nel giorno di Natale: per me e per tante persone disabili è un giorno di vittoria, non voglio lamentarmi e sollevare altre polemiche. Da oggi posso anche cominciare a mettere da parte i soldi». Dopo aver scherzato con Roberto Alessi – «Voglio fare un calendario sexy per il tuo giornale»Ivan Cottini ha evidenziato: «La vita è solo una ed è pure breve, io me la voglio giocare col sorriso anche da malato».

© RIPRODUZIONE RISERVATA