J-Ax/ “Il ripescaggio? Come scegliere chi limonare su Tinder” (All together now)

- Emanuele Ambrosio

J-Ax, al timone dei giudici del muro di “All Together Now”, dovrà sentenziare sul ripescaggio finale di uno dei concorrenti. “È come scegliere chi…”

J-Ax
J-Ax

Anche questa sera, J-Ax giudicherà i diversi concorrenti che si susseguiranno sul palco di All together Now 2019. Nelle fasi finali, però, avrà un compito molto importante, che impatterà sull’intero svolgimento della gara: potrà decidere se ripescare o meno uno dei concorrenti, segnando così il suo destino nel game. “È una grande responsabilità”, spiega il rapper, visibilmente preoccupato, dalla sua postazione sul muro. Poi ironizza: “A vedere tutta questa bella gente messa in fila, e dover decidere chi far restare e chi far saltare, mi sento come se stessi cercando qualcuno da limonare su Tinder”. La battuta, naturalmente, non è passata inosservata a Michelle Hunziker, che ha bacchettato il noto giudice ricordandogli il suo legame sentimentale: “ma cosa dici? Tu Tinder non sai cos’è”, dice con ironia la conduttrice; “era solo per fare la battuta”, conferma lui. (Agg. di Fabiola Iuliano)

La foto con Benji e Fede

J-Ax non si è lasciato sfuggire l’opportunità di scattare un selfie con Benji e Fede, gli amatissimi teen idol che questa sera saranno gli ospiti della seconda puntata di All Together Now 2019. “Non c’è neanche bisogno di chiedervelo”, scrive sul suo profilo Instagram un sorridente J-Ax, “tanto si sa che sono io il più bello e il più grande teen idol dei tre”. Nello scatto, i tre protagonisti immortalati – e in particolare J-Ax – sorridono alle telecamere anticipando la loro presenze nella show musicale di questa sera. Sembrano lontane le dichiarazioni rilasciata dall’ex amico e socio Fedez, che solo pochi giorni fa ha reso note le presunte motivazioni che avrebbero contribuito alla rottura del loro sodalizio. E anche il pubblico sembra non aver dato peso alle parole di Fedez; distanti dalla polemica, i fan di J-Ax non fanno che commentare il nuovo scatto con Benji & Fede: “E chi aveva dubbi – scrive un follower – ovvio che sei tu il più grande teen idol dai tempi degli articolo”. (Agg. di Fabiola Iuliano)

“Non mi sono mai dato per vinto”

J- Ax torna ad “All together now“, il programma di successo condotto da Michelle Hunziker su Canale 5. Il rapper che, all’interno del programma ricopre il ruolo di super giudice del muro, si è raccontato in queste ore nello speciale ‘VH1 Storytellers‘ di MTV rivelando alcuni retroscena inediti sulla sua vita. “Non mi sono mai dato per vinto – ha dichiarato J-Ax – anche quando le cose non andavano bene e davo la colpa alle radio che non passavano i miei brani, alla gente perché non capiva la musica. È facile cadere in questo trucco. Ci sono passato anch’io, come tutti gli artisti, ma dire queste cose è solo un modo per continuare a guardarsi allo specchio”. Non solo, il rapper di “Ostia Lido” e tantissimi altri successi ricorda anche un momento molto difficile della sua carriera artistica: “c’è stato un momento della mia carriera dove il mainstream aveva detto: “Basta, J-Ax ha rotto i c…”, e coincide più o meno con l’uscita del mio primo disco solista. In quel momento io sono andato avanti grazie a MTV, che passava i miei video e a YouTube, che in quel momento iniziava ad avere pubblico anche in Italia. Così, per quegli addetti ai lavori che avevano decretato la mia fine, non è stato possibile, mettere fine alla mia carriera, perché non mi sono dato per vinto”.

J-Ax: “non ho mai creduto al piano B”

Il rapper si è raccontato a cuore aperto nello speciale televisivo VH1 Storytellers‘ trasmesso su MTV. Dal grande successo ai momenti di difficoltà fino alla rinascita artistica con l’album “Il bello d’essere brutti”. “Prima dell’uscita del disco, ho sempre avuto un piano B” – ha detto  J-Ax per poi precisare subito dopo – nonostante io avessi avuto 20 anni di discreto successo, non ci ho mai creduto. Ma poi ti accorgi che non serve avere un piano B, perché l’unica cosa che vuoi è essere un artista. Adesso è anche l’unica cosa che posso fare, dato me lo sono tatuato sul collo I shall triumph e nessuno mi assumerà mai da un’altra parte!”. Oggi J-Ax è uno degli artisti di maggior successo del panorama musicale italiano, anche se negli ultimi giorni è finito su tutti i giornali per via della sua amicizia finita con Fedez. A rivelare alcuni dettagli finora rimasti segreti è stato proprio l’ex amico che a “La confessione” di Peter Gomez ha parlato del rapporto con Fabio Rovazzi e J-Ax.

J-Ax su Fedez: “non credere alle voci”

“È stata una ferita grave. Sarebbe stato più semplice se la separazione fosse avvenuta per motivi economici, ma non è così semplice” con queste parole Fedez ha parlato della rottura del rapporto di amicizia e professionale con J-Ax e Fabio Rovazzi. Il motivo reale riguarderebbe un “tradimento” professionale come ha raccontato il marito di Chiara Ferragni: “un nostro collaboratore aveva aperto una società speculare alla Newtopia. Mentre io ero a Los Angeles, nella fase più delicata della mia vita, sono iniziati a venire fuori problemi economici, legati alle retribuzione di questo collaboratore”. J-Ax in quell’occasione ha mentito all’amico dicendogli di non saperne nulla per poi smentire la sua versione. “Non si è fatto più vivo con me e con tutte le persone della nostra società. Così facendo mi ha dato modo di pensare che il nostro progetto discografico fosse qualcosa che gli serviva in quel momento e che poi non gli è servita più. Anche se spero non sia così: magari ci sono motivazioni più profonde” ha detto Fedez commentando il comportamento dell’ex amico. A distanza di poche ore dalle parole di Fedez, il rapper ha voluto in un certo modo replicare postando un video sui social dove canta “Don’t Believe the Hype” dei Public Enemy accompagnato da una breve frase “non credere alle voci”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA