Jan Ullrich ricoverato in Messico/ L’ex ciclista ancora dipendente da alcol e droga

- Mauro Mantegazza

Jan Ullrich ricoverato in Messico: l’ex ciclista è ancora dipendente da alcol e droga, ennesimo capitolo di una vita tormentata per il campione degli anni Novanta.

Ullrich
Jan Ullrich

Jan Ullrich non riesce ad uscire dal tunnel della dipendenza da alcol e droga: stando a quanto riportato dal quotidiano tedesco Bild, l’ex campione di ciclismo sarebbe stato ricoverato in una clinica in Messico, in attesa di fare ritorno a casa. Il vincitore del Tour de France 1997 era apparso nuovamente sorridente negli ultimi eventi a cui aveva preso parte e di recente avevamo visto una foto social di Jan Ullrich che scherzava insieme a Tadej Pogacar. Tuttavia, nell’ultimo periodo, il tedesco sembra essere nuovamente incappato nei vecchi problemi, ossia le dipendenze da alcol e droghe che purtroppo caratterizzano da molti anni la vita di Jan Ullrich.

Stando a quanto afferma la Bild, la nuova crisi di Jan Ullrich si sarebbe acuita durante uno scalo in Messico nel viaggio di ritorno in Germania dopo un soggiorno a Cuba. Dopo il ricovero, Ullrich farà ritorno in Svizzera, dove già si era sottoposto alla terapia per uscire dal tunnel delle proprie dipendenze, trattamento che finora sembrava aver dato i suoi frutti. Stando a quanto riportato dai media, alla base del nuovo tracollo dell’ex ciclista ci sarebbe la rottura della relazione con la fidanzata Elizabeth Napoles, che aveva riportato il sereno nella vita di Jan Ullrich.

JAN ULLRICH RICOVERATO PER DIPENDENZA DA ALCOL E DROGA: I PRECEDENTI E L’AIUTO DI ARMSTRONG

Anche in questo nuovo momento difficile Jan Ullrich avrebbe ricevuto la visita di Lance Armstrong, amico e rivale durante i Tour dal 2000 al 2005, vinti dallo statunitense prima della revoca per doping e nei quali il tedesco si era classificato per ben tre volte secondo (cinque piazze d’onore in totale, comprese quelle del 1996 e 1998), una volta terzo e una quarto, prima di essere a sua volta pizzicato negli scandali doping che erano una triste costante nel ciclismo di quegli anni.

Lance Armstrong aveva già sostenuto l’ex avversario Jan Ullrich nel 2018, quando la depressione del tedesco si era manifestata apertamente. In quel periodo Ullrich era stato arrestato in due occasioni: inizialmente aveva aggredito un vicino di casa a Maiorca, mentre nella seconda circostanza era stato accusato di omicidio per aver tentato di strangolare una prostituta sotto effetto di stupefacenti. Poi la risalita, grazie anche al supporto di Lance Armstrong, ma adesso questa ricaduta mette purtroppo tutto di nuovo a rischio.







© RIPRODUZIONE RISERVATA