JASMINE CARRISI/ “Un’esperienza bella, ma è dura affermarsi…” (The Voice Senior)

- Emanuele Ambrosio

Jasmine Carrisi, la figlia di Al Bano, torna a sedersi nella giuria di The Voice Senior e precisa: “Non giudico la performance, ma…”.

jasmine carrisi instagram 640x300
Jasmine Carrisi, Instagram

Ha avuto inizio da poco l’avventura televisiva di Yasmine ‘Jasmine’ Carrisi, figlia di Albano Carrisi e chiamata con lui a giudicare i concorrenti della prima edizione di The Voice Senior. Più che di ‘giudizio’, però, per lei si tratta di fornire un parere da ragazza di 19 anni in base a quelli che sono i suoi gusti musicali, evidentemente condizionati dalla sua giovane età e alla sua scarsa esperienza in campo artistico. Tante le critiche alla notizia della sua partecipazione, ma quella che le pesa di più è proprio questa, “che dicano che non ho le capacità per giudicare i concorrenti”. “In realtà”, dichiara lei in un’intervista di venerdì scorso a Storie Italiane, “ci tengo a specificare che io non giudico la performance”. Di fatto, Jasmine si limita a dire quelli che secondo lei sarebbero i cantanti più apprezzati dai suoi coetanei, quelli più moderni, insomma, e potenzialmente in voga tra i principali fruitori della musica al giorno d’oggi (proprio loro, i ragazzi). (agg. di Rossella Pastore)

Jasmine Carrisi, la figlia di Al Bano e Loredana Lecciso, è pronta per una nuova puntata di The Voice Senior, il talent show musicale condotto da Antonella Clerici in prima serata su Rai1. La presenza della figlia di è stata molto criticata alla vigilia, ma durante la prima pronta la giovanissima ha dimostrato di avere tutte le carte in regole per ricoprire il suo ruolo di giurata; ruolo che ricordiamo condivide con il padre Al Bano Carrisi. Un buon esordio per la giovanissima Jasmine che pochissimi mesi fa ha debuttato nel mondo della musica con il suo primo singolo dal titolo “Ego”. La figlia di Loredana Carrisi ed Al Bano si è ritrovata dopo pochissimo tempo a debuttare anche in tv; un’esperienza sicuramente importante visto che parliamo sempre di uno show trasmesso in prima serata su Rai1. La giovane parlando proprio di questa esperienza come giudice a Storie Italiane ha raccontato: “mi aspettavo più conflitto. Nelle scelte andiamo molto d’accordo. Abbiamo gli stessi gusti” – precisando però – “sono d’accordo, faccio molto di testa mia. Seguo i suoi consigli, ma non mi faccio influenzare da lui”. La figlia di Al Bano non nasconde però di aver vissuto qualche piccola difficoltà: “all’inizio è stata dura vedermi in mezzo a persone già affermate, personaggi importanti, mi ha messo un’attimo in difficoltà. Però è un’esperienza bellissima, molto emozionante e poi sono contentissima di dare l’opinione dei giovani, che spesso non viene presa in considerazione”.

Jasmine Carrisi, da cantante a giurata di The Voice Senior grazie ad Antonella Clerici

Jasmine Carrisi, infatti, non è stata raccomandata come tanti hanno scritto, ma semplicemente a volerla nel programma è stata fortemente Antonella Clerici come ha confermato il padre Al Bano: “mia figlia è stata chiamata e voluta dalla Produzione di The Voice”. Anche la Clerici alla stampa ha dichiarato: “non è stato lui a dirci ‘vengo con mia figlia’. Sono stata io con il mio gruppo di autori a insistere per avere Jasmine. Siamo stati noi a pregarlo di venire con Jasmine. A me lei piace molto, sapevo che aveva iniziato a fare musica e tra i coach volevamo un elemento giovane. Lei e Clementino danno un sapore un po’ scanzonato a The Voice Senior. Jasmine è stata fortemente voluta, sono molto felice di averla perché si è rivelata una ragazza molto carina in tutto”. Infine la figlia di Al Bano e Loredana Lecciso ha aggiunto: “onestamente mi fa più arrabbiare che dicano che non ho le capacità per giudicare i concorrenti. In realtà ci tengo a specificare che io non giudico la performance, ma do un punto di vista giovanile, che è una cosa bellissima. Rappresento un po’ la parte giovane, i miei coetanei”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA