Jefeo, “Un, due, tre, stella”/ La trap sogna la finale di Sanremo Giovani (Italia Sì)

- Matteo Fantozzi

Jefeo, “Un, due, tre, stella”: il giovane ex di Amici prova la scalata a Sanremo Giovani con la trap music in un brano che parla d’amore.

Jefeo al serale di Amici 18
Jefeo

Il penultimo atto della kermesse Sanremo Giovani è pronto: e Jefeo? Ci auguriamo che lo sia a Italia Sì. La rabbia, la protesta e la veemenza di un ragazzino che non ha paura di dire ciò che pensa e sente faranno apprezzare il suo Un, due, tre, stella in stile trap? Ce lo stiamo chiedendo tutti. Fabio Migliano, in arte Jefeo, è un trapper milanese che ha solo 18 anni ma possiede già la consapevolezza di un uomo vissuto che ha conosciuto le fatiche della vita quotidiana, della povertà, della lotta alla sopravvivenza, insistendo giorno dopo giorno con la sua caparbietà. E proprio la caparbietà a Jefeo non manca, ed è stata la scintilla che lo ha portato fino all’ultimo salto in alto verso la finale di Italia Sì che tra poco decreterà chi salirà sul podio di Sanremo Giovani 2019. Jefeo è uno dei 20 finalisti che Marco Liorni sta accompagnando nel viaggio di Italia Sì su Rai 1, verso la kermesse ufficiale, assistendo al suo grido di rabbia popolare imploso per troppi anni tra le mura del quartiere Tessera di Cusano Boscone, dove ha vissuto la maggiorparte della sua vita. Gli occhi, la voce e il cuore di questo giovane artista parlano di emarginazione sociale, di vita di stenti e di lotta alla risalita sociale, con la dignità e l’onore di chi queste cose le ha conosciute davvero e sa raccontarle perbene.

Jefeo, “Un, due, tre, stella”: la vittoria di una storia ancora in corso

E con Un, due, tre, stella di Jefeo canta di la vittoria di una storia ancora in corso, di un progetto in costruzione, quello che gli regala la sua musica con la quale, oltre a pagare l’affitto dei suoi genitori che ancora vivono in quel quartiere di Milano riesce anche ad emergere da quella prigione limitante. Con questa canzone l’artista si fa portavoce di un messaggio importante, rivolto alla maggioranza dei giovani del nostro Paese e non solo, a coloro che lottano tutti i giorni per arrivare a fine mese, a coloro che sognano e credono in qualcosa, in qualcuno. E questo sogno del trapper diciottenne che continua la sua gara lo stiamo vivendo anche noi, insieme a lui, consci del fatto che in certe cose in fatto di sofferenza ci somigliamo tutti. E forse è proprio questa la forza di Jefeo: l’essere uno di noi, che sta lotta per farcela, donandoci l’esempio di chi ha voglia di riuscire a tutti i costi in quel che fa. Proviene dal programma Amici di Maria De Filippi ed è già piuttosto noto al pubblico. In quella occasione aveva ottenuto molti consensi e pareri positivi dai critici del settore. Con Silenzio, il suo singolo più gettonato in assoluto, ha fatto innamorare molte coetanee ed è letteralmente spopolato su You Tube. In occasione di quel brano aveva parlato della sua famiglia, dei suoi luoghi d’infanzia e del suo difficile rapporto col padre. E chissà se lo ascolteremo cantare ancora di tutti i temi sociali di cui si è fatto portavoce. Di sicuro, ha tutte le carte in regola per farlo. Noi facciamo il tifo anche per lui!

L’esibizione a Italia Sì



© RIPRODUZIONE RISERVATA