Jessica Mazzoli/ “Controtendenza non è un sedere in mostra e nemmeno una leccata…”

- Valentina Gambino

Jessica Mazzoli, talento in controtendenza: ecco il suo pensiero sulla discografia italiana.

Jessica Mazzoli
Jessica Mazzoli, ex Morgan

Jessica Mazzoli apre la polemica su Instagram: “Mi chiedo quale sia lo scopo della maggior parte dei produttori musicali italiani. Gira che ti rigira fanno sempre le stesse cose, svalutano un artista appena mette piede in tv pur essendo valido (a parte quei 2 programmi più che “musicali ” direi politici) Non osano e stanno attenti a non “sporcare” la scena”, afferma l’ex gieffina. Poi aggiunge: “”Controtendenza” è una parola assolutamente sconosciuta! Ma vivono come se avessero raggiunto vette alla #trevorhorn #brianheno tkoeterqabriel  Ma come diceva #nietzsche: “Il mio gusto s’impone” Ma comunque esiste sempre l’eccezione alla regola”. Breve (ma nemmeno tanto) e concisa. Cosa avrà voluto dire poi, non si comprende bene. Anche la didascalia non è chiara: “So che questo post non piacerà a tutti! Ma “controtendenza” è una parola che mi piace tantissimo… non è un sedere in mostra e tanto meno ne è una leccata!”.

Jessica Mazzoli, talento in controtendenza

Una cosa è certa: Jessica Mazzoli si definisce una persona in controtendenza. Parola che le piace molto (ed anche a me se devo dirvela tutta). Tra i commenti, qualcuno condivide con lei il suo pensiero (e lavoro): “Pensa a cosa sono costretto a subire io che faccio produzioni da zero e non viene mai valorizzato il mio lavoro da producer e a volte vengo pure sminuito.. ma questo accade solo in Italia perché con tutte le etichette degli Stati Uniti con cui ho collaborato sono dei tesori e capiscono il talento senza pregiudizi e in più se sbagli non ti trinciano ma ti aiutano.. benvenuta in Italia cara.. fiero di lavorare per gli USA”. Ecco, adesso il pensiero si fa più nitido. Jessica è un’artista in controtendenza penalizzata dal suo percorso televisivo? Probabilmente il messaggio è questo e, probabilmente, ha ragione l’amico che l’ha commentata… è l’Italia baby, dove i talenti vengono mandati a casa in favore di “automi” senza cuore. Soluzione? Fare da sé, diventare indipendenti! Jessica, perché non ti autoproduci o, nel dubbio, chiedi una mano a quel genio del tuo ex? Secondo me potrebbe venire fuori una bella cosa: voi che ne pensate?



© RIPRODUZIONE RISERVATA