Jovanotti-Tiziano Ferro, “Balla per me” è plagio?/ Video, simile brano di F.R. David

- Paolo Vites

Il tormentone dell’estate coronavirus lo hanno lanciato Jovanotti e Tiziano Ferro ma c’è aria di plagio

jovanotti_le_canzoni_lorenzo_live_2018_facebook
Jovanotti

Il tormentone estivo ci sta, è storia della cultura popolare da quando Gino Paoli compose la bellissima Sapore di mare, il brano perfetto come colonna sonora degli anni 60 in spiaggia. Da lì, dal quel grande successo, si scatenò la caccia al tormentone, molti anche nello stesso anno, quasi tutti di scarso valore. Ma la regola d’oro è sempre stata “chi arriva per primo vince”. Primi quest’anno sono stati due colossi della musica italiana in una inedita accoppiata, Tiziano Ferro e Jovanotti insomma un po’ di classicità e di scatenamento messi insieme con Balla per me.

F. R. DAVID: E’ PLAGIO?

A parte il video che fa impressione in quanto due non sono più ragazzini ma uomini adulti scavati dalle rughe (il faccione che spunta in telecamera di Jova fa realmente impressione, sembra Tom Hanks nel film Cast Away, o un senzatetto capitato su una spiaggia, mentre Tiziano Ferro alla sua età potrebbe evitare di mettersi le mani “sul pacco” come fanno i ragazzini) la canzone non è niente di che, un ballabile da discoteca. Ma la cosa triste è che fa capolino nel ritornello, secondo quanto dicono le persone sui social, un vero e proprio plagio: quello del grande successo dei primi anni ottanta Words don’t come easy di F.R. David. E così infatti sembra proprio ascoltandola, ma si sa che la questione plagio è delicata, basta spostare mezza nota e non sei perseguibile. Pubblicato ieri, non sembra che il video stia andando benissimo. Vedremo.



© RIPRODUZIONE RISERVATA