Koulibaly invia due ambulanze e aiuti in Senegal/ Napoli, gran gesto di solidarietà

- Michela Colombo

Kalidou Koulibaly invia due ambulanze e materiale sanitario in Senegal: ennesimo gesto di solidarietà e generosità da parte del giocatore del Napoli.

Koulibaly_Napoli_Verona_gol_lapresse_2018
Kalidou Koulibaly (LaPresse)

KOULIBALY INVIA DUE AMBULANZE IN SENEGAL: GRAN GESTO DI SOLIDARIETÀ DA PARTE DELL’AZZURRO

In un’estate bollente di calciomercato in casa Napoli a riempire le prime colonne delle cronache è il nome di Kalidou Koulibaly, protagonista però non già di trame di mercato ma di un enorme (e l’ennesimo) gesto di grandissima generosità. Pochi giorni fa, in concomitanza del suo 30simo compleanno, il senegalese, agendo con grande discrezione, a sue spese ha caricato una nave commerciale di due ambulanze, lettighe, mascherine e altro materiale sanitario, oltre che cibo e aiuti di vario genere, diretta in Africa: la nave è partita giusto domenica dal porto di Napoli, in direzione Senegal (Dakar), dove arriverà tra circa una settimana. Davvero un gran gesto di solidarietà e generosità da parte del campione del Napoli, che si trova attualmente in vacanza proprio in Senegal (dove, tramite i social apprendiamo che sta partecipando a diverse iniziative promosse da associazioni in aiuto dei bambini disagiati), che non dimentica le sue origini e le persone che si trovano in difficoltà e ancora una volta, si muove in prima persona e senza clamore, per venire in soccorso.

KOULIBALY, ENNESIMO GESTO DI SOLIDARIETÀ DA PARTE DEL DIFENSORE

Davvero un campione dal cuore d’oro Kalidou Koulibaly, che non smette mai di sorprenderci, anche se certo non è la prima volta che si rende protagonista di opere di solidarietà verso le persone in difficoltà. Quasi non si contano i momenti in cui il difensore del Napoli è venuto in soccorso di coloro che vivono di stenti e chissà quanti sono negli anni sfuggiti alla cronaca. Ricordiamo infatti quando agli inizi dell’anno Koulibaly era stato visto fermarsi a un semaforo di Agnano, mentre regalava giacconi pesanti ad alcuni connazionali indigenti per proteggersi dal freddo, o quando a capodanno regalò 500 euro a un medicante, fuori da un centro commerciale di Napoli, o ancora quando era stato “beccato” offrire viveri di prima necessità durante il lockdown: ma si tratta solo degli episodi “noti” di un giocatore che fa della generosità un atto scontato, senza alcuna pubblicità.



© RIPRODUZIONE RISERVATA