Serie A/ Campionato di sottomarca, ma c’è chi sta peggio dell’Inter

- Alfredo Mariotti

Serie A 2015-2016, 3^giornata, il punto di Alfredo Mariotti sui principali temi emersi: la vittoria dell’Inter nel derby, quella della Roma a Frosinone, il pari della Juventus col Chievo…

guarin_zapata.jpg
Fredy Guarin, 29 anni, ha appena scoccato il tiro che deciderà il derby (INFOPHOTO)

Cosa ha perso Renzi! Se invece di volare negli USA per assistere alla finale tennistica fra le accattivanti figure delle nostre Flavia e Roberta -grandissime- fosse venuto a San Siro, avrebbe potuto partecipare ad un derby de la Madunina che dire spettacolare è ancora poco. Fra l’altro ha assistito ad un incontro di non eccelso profilo tennistico, con le due finaliste contratte e, forse, convinte di aver fatto l’ov feura dal cavagneu (uovo extra cesta). Ha vinto la Pennetta, onore alla Vinci che contro la Williams aveva dato tutto e specialmente deve sentirsi vincitrice della vera finale dell’open Usa.

Al Meazza un pubblico infinitamente gioioso e due squadre sicuramente destinate ad un glorioso futuro se cambieranno gioco, grinta, impegno. Primo tempo degno dello scorso campionato con Icardi che si è mangiato un goal elementare. Poi, ad inizio ripresa, la bella rete di Guarin ha svegliato le squadre che almeno si sono messe a correre. Fino a quel momento c’era da far pagare il biglietto a metà dei giocatori perché parevano fermi ad assistere alla partita. L’ingresso di Balotelli, che Sinisa ha giustamente piazzato come attaccante di sinistra, ha messo pressione ai bauscia. I casciavid però non sono riusciti a fare niente di realmente pericoloso e così dopo anni la Beneamata è sola meritatamente (?) in testa alla classifica di un sottoprodotto di campionato. Meglio che niente! Juve e Milan stanno peggio, e di tanto.

Scontro testa coda al Gobbenstadium. La differenza si è vista. I clivensi, subito in vantaggio, hanno mostrato di meritare la testa della classifica e così la Juve ha lasciato quota zero solo perché sant’arbitro ha prima annullata una rete al Chievo e poi, non contento, le ha assegnato un rigore molto dubbio per la gioia di Lapo Elkian. Vittoria della Maggica nel derby laziale con il Frosinone. Gara più complessa di quanto dica il risultato finale. La Roma ha bisogno di giocare questi incontri con maggiore concentrazione altrimenti rischia di lasciare troppi punti alle piccole. Sta giochettando, dopo un anno indecente, Iturbe e questo è un ottimo acquisto per i romanisti che, se l’ambiente non pressa eccessivamente, possono puntare al titolo. Fiorentina e Genoa hanno dato vita ad un incontro mediocre. E’ andata meglio, o meno peggio, ai… 

…viola che hanno incassato i tre punti. Quaranta punti in più sono necessari, come hanno fatto in Francia, per incrementare la possibilità di ammortamento dei beni strumentali ad elevata tecnologia acquistati dalle aziende nei prossimi tre anni. Se non alziamo il valore tecnologico delle nostre imprese inizierà un periodo di terribile decadenza. Chi verrà a EMO Milano, dal 5 al 10 ottobre in fiera, si renderà conto del livello quasi insuperabile delle tecnologie inserite nelle macchine utensili moderne: chi non ne disporrà nel breve, non avrà futuro!

Nella giornata odierna il due a due è parso risultato obbligatorio. Sassuolo e Atalanta, pur di partecipare, hanno sbagliato un rigore ciascuno. Sarri, che stava così bene a Empoli e se ne stava zitto, ha pareggiato con la sua ex squadra, risultato meritato da entrambe. Non ho capito cosa abbia contro l’arbitro, se Higuain non tocca palla sarà colpa del direttore di gara? Sarri non mangia “o capitone” natalizio a Napoli: scommettiamo? Domenica a mezzogiorno scontro di vertice inaspettato: Chievo-Inter. Non so se augurarmi che vinca la migliore perché forse sarebbe la squadra con la maglia gialla.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori