La Spezia, ponte levatoio crollato/ Video “boato terribile”: dopo transito barca…

- Emanuela Longo

Ponte levatoio crollato a La Spezia, tragedia evitata per un soffio: il cedimento dopo il transito di una imbarcazione “tonfo fortissimo”

crollo ponte la spezia youtube 640x300
Ponte levatoio crollato a La Spezia

LA SPEZIA. E’ crollato all’improvviso nella mattinata di ieri 12 maggio, a La Spezia, il ponte levatoio della darsena di Pagliari. A darne notizia è stato il quotidiano La Repubblica che ha raccontato quanto accaduto nella giornata di ieri quando la parte mobile dell’infrastruttura avrebbe ceduto in corrispondenza della parte meccanica con cui era assicurato alla sede stradale di viale San Bartolomeo. Solitamente la parte mobile è quella che viene alzata o abbassata per consentire il transito delle imbarcazioni e che proprio poco prima del crollo aveva visto il passaggio di una barca. Il quotidiano ha raccolto alcune testimonianze di chi per un soffio non è rimasto coinvolto in una tragedia fortunatamente scampata: “Eravamo appena passati in barca sotto al ponte per uscire dalla darsena di Pagliari, ci trovavamo a circa 10-20 metri di distanza, quando abbiamo sentito un boato terribile. E abbiamo capito di averla scampata per un soffio”. Sotto choc i dipendenti della ditta Art Sub della Spezia che hanno rischiato di avere la peggio. “Un tonfo fortissimo alle nostre spalle. Eravamo transitati da pochissimo, con il ponte aperto sopra le nostre teste e ci siamo resi conto di quello che abbiamo rischiato”, ha proseguito il testimone.

Oltre ai dipendenti della Art Sub altre 12 persone circa sarebbero state coinvolte dal crollo del ponte di Pagliari, che ha contribuito a riaccendere i riflettori sullo stato delle infrastrutture liguri. Sono i membri delle quattro famiglie che abitano in una palazzina attigua ed evacuati in via precauzionale dopo il crollo del ponte.

LA SPEZIA, PONTE LEVATOIO DELLA DARSENA DI PAGLIARI CROLLATO

Stando a quanto dichiarato dall’autorità portuale de La Spezia, il ponte in acciaio coinvolto nel crollo “il 24 marzo scorso, era stato sottoposto a una accurata verifica ai pistoni idraulici di sollevamento ed era stato certificato il corretto funzionamento degli stessi”. Nel frattempo, spiega Repubblica, i Carabinieri si sono occupati già di acquisire negli uffici dell’Autorità portuale tutta la documentazione necessaria alla Procura per far chiarezza sulle eventuali responsabilità relative all’improvviso crollo. Nel pomeriggio di ieri era attesa la nomina di un perito al quale sarebbero stati messi a disposizione tutti i relativi documenti. Il ponte resta attualmente sotto sequestro. Secondo una prima ricostruzione relativa al crollo del ponte, il cedimento sarebbe avvenuto dopo il passaggio del mezzo della società Art Sub. Fortunatamente non ha causato alcun pericolo per automobilisti, ciclisti e pedoni in quanto il traffico era stato come sempre interdetto fino alla fine delle operazioni. Sulla zona sono intervenuti vigili del fuoco, carabinieri, guardia di finanza e polizia ed il traffico di questa arteria in zona portuale che congiunge La Spezia a Muggiano e Lerici, è stato deviato nella zona retrostante.

CLICCA QUI per vedere il video sul ponte levatoio della darsena, La Spezia



© RIPRODUZIONE RISERVATA