VASCO ROSSI – LA TEMPESTA PERFETTA MODENA PARK/ Scaletta, diretta: la notte più bella

- Stella Dibenedetto

La tempesta perfetta, Vasco Rossi ripercorre l’evento di Modena Park. Diretta Rai 1, ospiti e scaletta canzoni. Testimonianze di Anna Foglietta, Vinicio Marchioni, Elena Sofia Ricci e…

la tempesta perfetta min
La tempesta perfetta - Screehshot da video

Vasco Rossi, concerto modena park: diretta la tempesta perfetta

Ancora Vasco Rossi protagonista nella sua Tempesta Perfetta. Il Blasco ricorda e rivive le emozioni del concerto del Modena Park. “Quei giorni sono stati intensissimi e faceva un caldo da paura. Io in aereo fino a Modena, vedendo quella distesa di gente, mi sentivo nudo alla meta. Alla fine cantavo Albachiara con una voce potente e quella notte fu la più della mia vita”. Vengono trasmessi alcuni passaggi di quel concerto, nei quali Vasco Rossi invita il pubblico a vivere la vita, a non avere paura. “Il nemico è la paura. Non ci chiuderanno in casa con la paura”, dice urlante dal palco in riferimento alla fobia del terrorismo. Nell’intervista con Giorgio Verdelli, invece, si mette a nudo sul suo modus operandi musicale: “Se le mie canzoni piacciono bene, sennò torno a casa. Io non faccio le cose per piacere agli altri, io scrivo canzoni per comunicare”. La puntata si chiude con una carrellata di video realizzati dai fan durante il Modena Park: in poche parole amore allo stato puro. (Aggiornamento di Jacopo D’Antuono)

Gli inizi del Blasco

Vasco Rossi si racconta nello speciale de La Tempesta Perfetta, tratto dallo storico concerto svoltosi qualche anno fa al Modena Park. L’artista di Zocca riavvolge il nastro dei ricordi fino agli inizi della sua carriera, quando in realtà doveva ancora emergere. “Tra gli amici i ero quello con la chitarra, suonavo Battisti e tutti quelli che mi piacevano. Ogni tanto però ci infilavo dentro qualche mia canzone, poi c’è stata una svolta”. “I miei primi dischi spinti da Gaetano Curreli sono stati fatti per gioco. La passione da Dj? Pensavo non si potesse fare dopo i 30 anni, quindi avevo capito poco del mondo”, scherza Vasco. “Così ho cercato un’attività che potessi fare anche dopo i trent’anni. Sono uno che dice le cose che sente, perché una parola detta al momento giusto può cambiare le cose”, aggiunge l’artista romagnolo. (Aggiornamento di Jacopo D’Antuono)

Vasco Rossi, la nostalgia dei concerti

Prosegue la grande festa di Vasco Rossi nella prima serata di Raiuno, con l’evento La Tempesta Perfetta che si pone l’obiettivo di far rivivere ai fan le emozioni del Modena Park. Grazie ad una scaletta ricchissima e alla partecipazione di molti personaggi del mondo dello spettacolo, la puntata è interessante ma anche molto nostalgica, dato che al momento per contenere il contagio non è possibile svolgere concerti aperti al pubblico. Proprio ad inizio puntata, il grande Blasco aveva evidenziato la tristezza per quest’estate parzialmente compromessa a causa del Covid-19. “Non potremo abbracciarci tutti insieme”, dice amareggiato Vasco Rossi. Che però spiega di non aver cambiato abitudini rispetto al locdown: “Non ho vita sociale, la mia vita è sempre la stessa. Casa e studio”. (Aggiornamento di Jacopo D’Antuono)

I record di Vasco Rossi

A tutto Vasco Rossi ne La Tempesta Perfetta su Raiuno, con il meglio del concerto al Modena Park. Un appuntamento imperdibile per tutti i fan del grande Blasco, che hanno l’occasione di rivivere le emozioni di una manifestazione senza precedenti. 240.000 persone riunite per celebrare il proprio beniamino, cantare insieme a lui ed emozionarsi in boati da brividi. Ci sono tanti ospiti vip nella diretta de La Tempesta Perfetta, che con le loro testimonianze mostrano grande affetto e ammirazione per Vasco Rossi. Tra questi l’attore Stefano Fresi, che dice: “Quando Vasco Rossi parla dice delle cose a cui credi, ci credi perché le dice da dentro, è uno che sta ancora per strada a dire cose che tutti riconoscono”. Il concerto prosegue con i grandi successi di Vasco Rossi, in una serata che vanta una scaletta comprendente i brani più apprezzati di sempre dell’artista romagnolo. (Aggiornamento di Jacopo D’Antuono)

Il lockdown di Vasco Rossi

Immagini e musica tratte dalla Tempesta Perfetta del Modena Park. Vasco Rossi assoluto protagonista nella prima serata di Raiuno, con la diretta del docufilm a lui dedicato. Ampio spazio alle sue parole nella prima parte della puntata. E’ un Vasco Rossi che mastica amaro per quest’estate che si profila priva di concerti a causa del coronavirus, ma anche energico e carico come sempre. “Toglierei la celebrità se tornassi indietro, terrei solo il successo perché ti gratifica e ti dà una soddisfazione enorme”, confessa. Il Blasco sembra aver voglia di rivivere le emozioni di un live: “Il concerto è un grande rito che ha una potenza enorme, con emozioni provate insieme ad altre 50.000 persone”. Sul Modena Park: “Noi abbiamo limitato gli accessi quella sera, eppure c’erano 240.000 persone. Li vedevo lì e pensavo: sono tutti lì per me!”. Sul periodo di lockdown a causa della pandemia, Vasco Rossi fa una battuta: “La mia vita non è cambiata molto perché non ho vita sociale..”. (Aggiornamento di Jacopo D’Antuono)

Parla Vasco Rossi

Quello di questa sera su Raiuno è un film dal sapore nostalgico su Vasco Rossi, nel suo concerto storico al Modena Park. Un evento che riviviamo con grande gioia, ma anche con tanta malinconia, dopo mesi molto difficili e complicati a causa della grave pandemia. La Tempesta Perfetta del Modena Park ci fa sperare che quello di domani possa essere un mondo migliore, proprio come il brano del grande Blasco. Nel docufilm in diretta su Raiuno, tanti ospiti raccontano il cantautore. Ma è proprio Vasco Rossi ad aprire lo show, con un pensiero sul concerto che sta per andare in onda: “La tempesta perfetta è quando tutti gli elementi si combinano insieme in modo straordinario, affinché accada qualcosa di incredibile”. Tra gli ospiti Elena Sofia Ricci, Stefano Massini e Luca Zingaretti, che dice: “Quando ascolti Vasco ti invade il senso di autenticità e verità”. (Aggiornamento di Jacopo D’Antuono)

BLASCO TRA RICORDI E…

La tempesta perfetta è il film dedicato al concerto di Vasco Rossi al Modena Park. Non solo musica nell’appuntamento di questa sera però. Come anzi fa sapere style.corriere.it, “Vasco comparirà in diversi momenti per una specie di analisi retrospettiva di quei momenti magici e per approfondire con i propri ricordi la sua vita e l’evoluzione della sua carriera.” Ripercorreremo, dunque, i grandi successi del cantante ma anche i momenti più significativi dal punto di vista personale. “Momenti che hanno sottolineato quanto la musica di Vasco Rossi abbia influenzato e accompagnato le vite di tanti” si legge ancora. Non mancheranno, inoltre, momenti di riflessione, soprattutto con brani come “Sally”. (Aggiornamento di Anna Montesano)

LA TEMPESTA PERFETTA, NON SOLO MUSICA

Lo storico concerto al Modena Park di Vasco Rossi diventa un film, La tempesta perfetta. Come fa sapere style.corriere.it, per rendere possibile una cosa del genere “sono state impiegate 27 camere e addirittura una 35mm per riprendere ogni momento di un concerto che è già epocale. Non solo il live, però, ma una ricerca che ha portato alla scoperta di diversi materiali tratti dal backstage e anche dai social.” Dunque, non solo il concerto sarà trasmesso fedelmente, ma a questo saranno aggiunti elementi inediti provenienti dal dietro le quinte. Sarà dunque possibile rivivere il live fianco a fianco a Vasco Rossi: dal suo arrivo in elicottero alle immagini dei droni impiegati al Modena Park. Un evento davvero imperdibile per i fan. (Aggiornamento di Anna Montesano)

LA TEMPESTA PERFETTA, IL RETROSCENA SU VASCO ROSSI

Torna in onda questa sera, dalle 20.30 circa su Rai 1, La tempesta perfetta, il film di Pepsy Romanoff sullo storico concerto di Vasco Rossi al Modena Park. Giorgio Verdelli, autore della serata, ha svelato un retroscena sullo show nel corso di un’intervista rilasciata a Tv Blog.In particolare si parla della scelta del cantante di commemorare l’evento, ormai risalente a tre anni fa, e che vide presenti più di duecentomila spettatori dal vivo. “Rai Uno aveva in mente di replicare il concerto di Vasco Rossi, ma Vasco non voleva la replica secca perché, giustamente, non voleva farne un programma televisivo.” ha raccontato Verdelli, spiegando inoltre che stasera andranno in onda anche immagini inedite del backstage. (Aggiornamento di Anna Montesano)

LA TEMPESTA PERFETTA, TORNA IL CONCERTO DEL MODENA PARK DI VASCO ROSSI

La tempesta perfetta, in onda su Raiuno, alle 20.30 di oggi, mercoledì 1° luglio, è il grande evento che, tre anni dopo quel 1° luglio 2017, racconta in modo inedito le emozioni vissute da Vasco Rossi a Modena Park. Quel giorno, nell’anno della paura degli attentati terroristici dopo quanto avvenuto a Manchester durante il concerto di Ariana Grande, a Modena Park, da ogni parte d’Italia, si radunarono 225mila persone che regalarono a Vasco la più grande emozione della sua carriera. “Un’onda umana”: così ha definito Vasco la marea di gente che, sin dalle prime ore del mattino, invase la zona del concerto che Vasco ha scelto di chiamare “Modena Park” perchè quando ha scritto la canzone “Colpa d’Alfredo” con cui ha dato il via alla sua grande festa, Modena, per lui, era come un luna park. Per rivivere il grande evento di Modena Park, nella piazza principale di Zocca è stato allestito un maxi schermo con 200 posti che sono stati prenotati nei giorni precedenti nel pieno rispetto delle norme per il coronavirus.

GLI OSPITI DELL’EVENTO LA TEMPESTA PERFETTA

La tempesta perfetta non sarà un semplice racconto di quanto accaduto tre anni fa, ma sarà un evento inedito che, attraverso filmati, i video dei backstage e gli aneddoti, racconterà le grandi emozioni di Vasco: dal suo arrivo in elicottero a quello dei fans. A fare da collante all’incredibile materiale visivo e musicale sarà un’intervista ad hoc che è stata realizzata con Vasco Rossi che ripercorrerà tutte le emozioni vissute in quei giorni indimenticabili fino ai giorni nostri con uno sguardo anche sull’attuale situazione che lo ha costretto a rimandare al 2021 il suo ritorno live. Oltre alla presenza di Gaetano Curreri e Maurizio Solieri che, quella sera, salirono sul palco con Vasco, tanti personaggi famosi racconteranno cosa significa Vasco per loro e quale importanza ha avuto la sua musica nelle loro vite. Ci sarà così la testimonianza di Anna Foglietta, Vinicio Marchioni, Elena Sofia Ricci, Luca Zingaretti e Francesco Montanari.

LA SCALETTA DEL MODANA PARK

La scaletta del Modena Park fu studiata da Vasco e dai suoi musicisti nei minimi particolari. I brani dovevano raccontare i 40 anni di storia di Vasco, dagli esordi fino agli ultimi anni che lo hanno reso il re degli stadi e del rock italiano. Una scaletta che è stata aperta da uno dei brani più amati dai suoi fans come Colpa D’Alfredo che, nel testo, fa proprio riferimento a Modena, città che ha accolto il popolo di Vasco. Ecco la scaletta completa:

Introduzione dal poema sinfonico Così parlò Zarathustra di Richard Strauss
Colpa d’Alfredo
Alibi
Blasco Rossi
Bollicine
Ogni volta
Anima fragile (con Gaetano Curreri al pianoforte; contro con Jenny, Silvia, La nostra relazione)
Splendida giornata
Ieri ho sgozzato mio figlio
Medley Rock: Delusa, T’immagini, Mi piaci perché, Gioca con me, Stasera!, Sono ancora in coma, Rock’n’roll Show
Ultimo domicilio conosciuto (con Maurizio Solieri)
Vivere una favola
Non mi va
Cosa vuoi da me
Siamo soli
Come nelle favole
Vivere
Sono innocente ma…
Rewind
Liberi liberi
Interludio 2017 (con Andrea Braido)
Medley Acustico: Ed il tempo crea eroi, Una canzone per te, L’una per te, Ridere di te, Va bene, va bene così
Senza parole
…stupendo
Gli spari sopra
Sballi ravvicinati del terzo tipo
C’è chi dice no
Un mondo migliore
I soliti
Sally
Un senso
Siamo solo noi (Presentazione della band a cura di Diego Spagnoli)
Vita spericolata
Canzone (con dedica a Massimo Riva)
Albachiara (con Andrea Braido, Gaetano Curreri e Maurizio Solieri) e spettacolo pirotecnico
Sottofondo di chiusura: Die for metal dei Manowar.

© RIPRODUZIONE RISERVATA