L’ALBERO DEGLI IMPICCATI, RETE 4/ Nel cast del film Maria Schell

- Matteo Fantozzi

L’albero degli impiccati in onda su Rete 4 oggi, 26 novembre, dalle 16:40. Nel cast Gary Cooper, Maria Schell, Karl Malden, George C. Scott. Curiosità e trama

albero impiccati 2019 film 640x300
L'albero degli impiccati

La principale protagonista femminile de L’albero degli impiccati è l’attrice austriaca naturalizzata svizzera Maria Schell nata a Vienna il 15 gennaio del 1927 scomparsa nell’aprile del 2005. La sua straordinaria carriera è iniziata nel 1942 con il Sigfrid Steiner con il film Steinbruch è stata disseminata dei tanti successi cinematografici che le hanno permesso di diventare un celebre volto del cinema Anche italiano come dimostra la collaborazione con Luchino Visconti nel 1957 per il Le notti bianche. Ma le altre pellicole più significative che ne hanno scandito la carriera ricordiamo soprattutto La grande ruota, Superman, La nave dei dannati, Il trono di fuoco, La signora è di passaggio, Gervaise, 99 donne e Dossier Odessa.

Gary Cooper nel cast

L’albero degli impiccati va in onda su Rete 4 per il pomeriggio di oggi, martedì 26 novembre, a partire dalle ore 16:40. Si tratta di una pellicola realizzata negli Stati Uniti d’America nel 1959 da diverse case cinematografiche con la regia di Delmer Daves, il soggetto scritto da Dorothy M. Johnson e la sceneggiatura frutto del lavoro dei Wendell Mayes e Halsted Welles. Il montaggio è stato realizzato da Owen Marks, le musiche della colonna sonora porta la firma di Max Steiner con i costumi disegnati e realizzati da Marjorie Best. Nel cast del film sono presenti tra gli altri Gary Cooper, Maria Schell, Karl Malden, George C. Scott, Karl Swenson e Virginia Gregg.

L’albero degli impiccati, la trama del film

Soffermiamoci sulla trama de L’albero degli impiccati. In una piccola cittadina nello stato del Montana arriva un dottore dal carattere piuttosto burbero indisponente. Il motivo per il quale non ama avere socialità e rapporti con gli altri cittadini è legato al suo passato particolarmente oscuro e drammatico. L’uomo tuttavia non appena arriva nella cittadina decide di occuparsi in prima persona di una impiccagione che riguarda un giovane ragazzo accusato di aver rubato una pepita d’oro. Ritenendo quella pena eccessiva quanto fatto decide di aiutare il ragazzo ed in particolare richiede ed ottiene al giudice del territorio una trasformazione la pena passando dall’impiccagione al supporto forzato che l’uomo dovrà fare presso lo studio del dottore per tutta la sua vita.

Qualche giorno più tardi c’è un altro fatto che accade nei pressi della cittadina in particolare una diligenza viene assalita da criminali disposti a tutto pur di mettere le mani su risorse economiche. L’imboscata si dimostra quanto mai drammatica tant’è che tra i superstiti c’è soltanto una donna di origini svizzere di nome Elizabeth.

La donna ha vagato per diversi giorni nel deserto prima di giungere alla cittadina ed ora si trova a dover fare i conti con delle problematiche di salute che non Gli permettono di vedere. In pratica è affetta da uno stato di cecità temporanea per il quale serve il supporto del dottore. Questo fa in modo che due trascorrono gran parte della quotidianità insieme e quando Elisabetta riuscirà a ritrovare il corretto uso degli occhi si innamorerà perdutamente lo stesso dottore il quale per il momento non la contraccambia.

Il motivo per il quale il dottore Ha un atteggiamento molto schivo è per niente sociale è legato ad un dramma che ha colpito la sua esistenza di in particolare durante una sola notte ha dovuto perdere drammaticamente sia la sua adorata moglie e sia il fratello. La donna ritenendosi libera decide quindi di dedicarsi ad altre situazioni di particolare alla ricerca dell’oro sancendo una sorta di società con un Rozzo ricercatore del territorio e soprattutto con l’aiutante dello stesso dottore ma questo comporterà tante problematiche ed uno scontro per nulla semplice da gestire anche per lo stesso dottore.



© RIPRODUZIONE RISERVATA