FULVIA MORANDO INVESTITA E UCCISA A LAMPEDUSA/ La sorella: “vita spesa per gli altri”

- Emanuela Longo

Fulvia Morando, turista investita e uccisa a Lampedusa: arrestato 23enne alla guida dell’auto ma senza patente, il ricordo della sorella della vittima

Turista investita e uccisa
Ambulanza (LaPresse, 2019)

C’è grande sconcerto per la morte della 49enne Fulvia Morando, la donna travolta ed uccisa ieri sera a Lampedusa, poche ore dopo essere arrivata con un aereo da Torino. La vittima è stata investita da un’auto pirata guidata da un 23enne senza patente, ora ai domiciliari con l’accusa di omicidio stradale. Era a bordo di un Suv quando tra travolto la turista dandosi poi alla fuga. I militari lo hanno però rintracciato e dopo una notte sotto interrogatorio sono riusciti a ricostruire la dinamica. L’investitore prima dell’arresto è stato anche sottoposto a tutti gli esami del caso per verificare se al momento dell’incidente fosse ubriaco. Fulvia, responsabile del Caaf di Pinerolo, si trovava insieme ad un collega al momento dell’impatto che però non le ha dato scampo. La sorella, appresa la tragica notizia, ha così voluto ricordare Fulvia come riferisce Corriere.it: “Si è incamminata sulla strada di tutte le risposte che un essere umano si fa lungo la sua vita. Era appassionata di montagna. Le piacevano gli spazi aperti e si dedicava agli altri. Era la più piccola, ma per noi un punto di riferimento”. Oltre alla sorella Flora, sta raggiungendo l’isola siciliana anche il marito della vittima. (Aggiornamento di Emanuela Longo)

AUTOMOBILISTA SENZA PATENTE

Dramma ieri sera a Lampedusa dove una turista di 49 anni originaria di Pinerolo (Torino), è stata travolta ed uccisa da un’auto. Dopo essere stata investita, la persona alla guida della vettura ha accelerato ed è fuggito senza prestare soccorso o chiamare il 118. A riportare la notizia è il Giornale di Sicilia nell’edizione online: la vittima stava passeggiando per strada in contrada Terranova quando è stata travolta. Ancora viva ma in gravissime condizioni, è stata trasportata d’urgenza in codice rosso al pronto soccorso la ancor prima di arrivare al poliambulatorio dell’isola siciliana è morta. L’investitore è un giovane di 23 anni residente a Lampedusa, successivamente individuato ed arrestato con l’accusa di omicidio stradale. Dai primi accertamenti è emerso che il ragazzo guidava sprovvisto di patente in quanto mai conseguita. Su disposizione della procura di Agrigento, attualmente è stato posto agli arresti domiciliari mentre proseguono le indagini sul caso affidate ai carabinieri che stanno raccogliendo tutte le informazioni utili a ricostruire la dinamica.

TURISTA INVESTITA E UCCISA A LAMPEDUSA: ARRESTATO 23ENNE

Si chiamava Fulvia Morando la vittima travolta ieri sera, intorno alle 23, da un’auto pirata. La donna era atterrata alle 21 di sabato con un aereo proveniente da Torino insieme ad un collega (e non il marito come appreso in un primo momento). Lo precisano i familiari della stessa turista, come riferisce il Giornale di Sicilia. L’incidente mortale è avvenuto mentre la donna usciva dal residence dove soggiornava da pochissime ore. Il giovane automobilista, dopo averla travolta, ha percorso in auto qualche decina di metro per poi fermare la vettura e darsi alla fuga insieme alle altre persone che erano a bordo. L’uomo che era con la vittima, sotto choc, è stato accompagnato in caserma per tutte le formalità di rito e per fornire le informazioni dettagliate sulla dinamica dell’incidente. Questo ha permesso ai carabinieri di rintracciare l’automobilista, interrogato per tutta la notte insieme ad altre persone, prima di procedere con il suo arresto per omicidio stradale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA