Lancia molotov contro il fratello/ Milano, poi aizza pitbull contro agenti: fermato

- Dario D'Angelo

Lancia molotov contro il fratello dal balcone e poi aizza pitbull contro agenti di polizia intervenuti per arrestarlo: Milano, fermato 23enne spagnolo.

omicidio milano
Immagine di repertorio (LaPresse, 2019)

Lancia molotov contro il fratello: i loro rapporti dovevano essere per così dire “incendiari”. Ed è forse per questo motivo che un 23enne a Milano ha pensato bene di lanciare una granata dal balcone del suo appartamento in direzione del consanguineo che in quel momento si trovava in strada. Una storia paradossale quella verificatasi intorno alle 18 di ieri nel capoluogo meneghino, in zona Inganni, con finale a dir poco scontato vista la condotta del giovane, arrestato dalle forze dell’ordine intervenute sul posto in via Saint Bon, ma non senza difficoltà. Come riportato da SkyTg24, il protagonista di questa vicenda tanto pericolosa quanto curiosa è un 23enne di nazionalità spagnola che ha colpito dal terrazzo dell’abitazione in cui stava scontando gli arresti domiciliari per una precedente condanna per droga.

LANCIA MOLOTOV CONTRO IL FRATELLO E AIZZA PITBULL CONTRO AGENTI

Se pensate che il giovane si sia limitato a lanciare una molotov all’indirizzo del fratello lasciandosi ammanettare dagli agenti intervenuti sul posto, però, vi sbagliate di grosso. Così come riportato da SkyTg24, infatti, all’arrivo delle forze dell’ordine che intendevano arrestarlo per il lancio della bottiglia incendiaria, il 23enne iberico ha prima aizzato contro i poliziotti il proprio pitbull poi, a sua volta, ha tentato di sottrarsi al provvedimento di fermo, tant’è che adesso dovrà rispondere per resistenza a pubblico ufficiale e indagato per tentate lesioni aggravate. Resta una curiosità, per ora destinata a rimanere tale, riguardante i motivi che hanno spinto il ragazzo a scagliare la molotov contro il fratello in strada.



© RIPRODUZIONE RISERVATA