Lanciano fuoco d’artificio dentro passeggino/ Fiamme e spavento: caccia ai teppisti

- Davide Giancristofaro Alberti

E’ vivo per miracolo un bambino di Dunstable: si trovava nel passeggino quando alcuni ragazzi gli hanno lanciato un fuoco d’artificio addosso

passeggino bimbi pixabay 2019 640x300
Pixabay

Una vera e propria follia quanto accaduto in Inghilterra, precisamente nella cittadina di Dunstable, nel Berdfordshire, non troppo lontano da Londra. Come riferito da alcuni quotidiani online inglesi, e anche dal sito Dagospia, alcuni ragazzi hanno lanciato un fuoco d’artificio nel passeggio di un bambino. Non vi sono moltissimi dettagli sull’accaduto, fatto sta che solo per puro miracolo il piccolo ne è uscito illeso. Sembra infatti che il gruppo di teppisti abbia lanciato il materiale pirotecnico acceso, e quando questo è entrato in contatto con i vestititi del bambino nel passeggino, gli stessi hanno preso fuoco. Fortunatamente i genitori che stavano spingendo la carrozzina, sono stati lesti ad accorgersene di quanto stesse accadendo, riuscendo quindi a spogliare in tempo il piccolo prima che potesse ustionarsi. Il bimbo ne è uscito illeso, e nel contempo sono scattate le indagini per cercare di ricostruire i responsabili del gesto avvenuto attorno alle ore 9:00 di mattina dello scorso sei novembre.

LANCIANO FUOCO D’ARTIFICIO DENTRO PASSEGGINO: L’APPELLO DELLA POLIZIA

Gli agenti hanno interrogato i genitori del bimbo, e con grande probabilità stanno ricercando eventuali testimoni che hanno assistito alla scena; inoltre, si staranno visionando i filmati delle telecamere presenti nella via per provare a risalire ai responsabili. Sam Allen, un poliziotto di Dunstable, ha parlato così con un quotidiano online locale: «Non crediamo che il bambino fosse il reale obiettivo del gruppo. Tuttavia è un incidente molto angosciante che poteva avere conseguenze devastanti». Stando a quanto emerso, il fuoco d’artificio sarebbe stato lanciato da una due volumi all’incrocio fra High Street South e Periwinkle Lane. «Siamo molto ansiosi – ha proseguito ancora l’agente – di poter parlare con chiunque disponga di informazioni o si trovasse in zona in quel momento e disponga di filmati con la dash cam che potrebbero aiutare le nostre indagini». Le autorità hanno invitato chiunque abbia visto qualcosa a farsi avanti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA