Lando Norris “Sofferto di depressione”/ Formula 1: “Troppa pressione e i social..”

- Michela Colombo

Lando Norris confessa alla tv inglese “Ho sofferto di depressione”. Le troppe attese, i riflettori e i social hanno messo in crisi il pilota della Formula 1, in forza alla McLaren.

lando norris mclaren ig 640x300
Lando Norris, McLaren (Foto: Instagram)

Dopo Naomi Osaka e Simone Biles, anche Lando Norris ha deciso di aprirsi sul tema della salute mentale nel mondo dello sport. Il pilota della Formula 1, in forza alla McLaren, ha infatti confessato al programma inglese “This Morning” sulla ITV di aver sofferto di depressione in passato, specie nella sua prima stagione in formula 1, dove la pressione su questo giovanissimo talento era tanta, anzi troppa. Come riportato dal portale fanpage, il pilota inglese che a novembre festeggerà 22 anni, ha parlato a lungo della sua grande difficoltà nel gestire la pressione intorno a sè durante il suo debutto nella Formula 1: catapultato molto in fretta  sotto ai riflettori di stampa e social network, questa ansia si è trasformata presto in depressione.

Era come se non sapessi cosa fare, percependo il peso di tutti gli occhi che erano puntati su di me. Avere a che fare con questo genere di cose non è affatto facile, con il costante dubbio di dover essere all’altezza in un mondo estremamente competitivo” le parole di Norris a proposito, che poi ha ancora aggiunto di essersi chiesto spesso: “Se dovessi far male quali saranno le conseguenze? Se non rimarrò in Formula 1, dove andrò e cosa farò, dato che non sono bravo in molte altre cose della vita?”. Preoccupazioni che lo tormentavano ad ogni fine settimana e che diventavano ancora più grandi coi i social network, tra commenti di haters e tifosi delusi.

LANDO NORRIS “SOFFERTO DI DEPRESSIONE”: “SUPPORTO DEL TEAM DECISIVO”

Lando Norris sulla tv inglese ha dunque spezzato il ghiaccio parlando apertamente di salute mentale, anche nel mondo della Formula 1: il pilota ha ammesso di aver sofferto di depressione specie nel primo anno nel circus, ma raccontando anche di esserne uscito con l’aiuto, fondamentale, del team e del compagno di squadra Daniel Ricciardo. Il giovane pilota inglese ha infatti aggiunto: “Da questo punto di vista il supporto del team e il lavoro di squadra non sono stati semplicemente importanti, sono stati fondamentali, almeno quanto l’aiuto e l’esperienza che ha saputo trasmettermi un compagno di scuderia esperto come Daniel Ricciardo, che si è mostrato dall’inizio estremamente disponibile nei miei confronti”.

L’alfiere della McLaren ha poi parlato anche della grande sensibilità con del team sulla problematica, riportando la partnership tra la scuderia inglese e “Mind”, charity che si occupa di tale campo specifico. Aggiungiamo che proprio con Mind Norris ha realizzato una maglia celebrativa in vista del prossimo Gran premio di Turchia 2021 che si corre questo fine settimana a Istanbul

© RIPRODUZIONE RISERVATA