Lara Della Mea, brutta caduta a Cortina/ Urla e pianti: distorsione al ginocchio

- Davide Giancristofaro Alberti

Brutta caduta per Lara Della Mea durante la sfida contro la Finlandia ai Mondiali di Cortina: urla e pianti dopo una brutta botta al ginocchio

lara della mea rai 2021 640x300
Lara Della Mea, intervista alla Rai

La prima avventura nella nazionale italiana di sci di Lara Della Mea, finisce nel peggiore dei modi. La 22enne di Tarvisio, infatti, è stata protagonista di una caduta nella prima run del parallelo a squadre, attualmente in corso di svolgimento per il Mondiale di Cortina 2021. Lara Della Mea stava sfidando la finlandese Erika Pykalainen quando è finita fuori sull’ultimo dosso di Rumerlo: dopo essersi inclinata è volata in aria per poi ricadere violentemente a terra, sulla pista innevata. Una caduta dolorosa come confermato anche dall’urlo lanciato dalla stessa sciatrice friulana, e che nel contempo, faceva presagire il peggio.

La giovane talentuosa è stata immediatamente soccorsa dagli uomini del pronto intervento disposti lungo la pista, ed è stata poi trasportata a valle con il toboga. Dopo di che, si è avviata verso il centro traumatologico di Cortina d’Ampezzo per tutti gli accertamenti necessari a scongiurare un infortunio grave. La diagnosi ufficiale non è ancora stata confermata ma al momento, stando alle indiscrezioni riportate anche dai colleghi di Sky Sport, si tratta di un trauma distorsivo al ginocchio sinistro, una classica distorsione dopo una caduta.

LARA DELLA MEA, CADUTA A CORTINA: L’ITALIA PASSA COMUNQUE AI QUARTI

Resta comunque il dolore per la povera Lara Della Mea, che trasportata fuori in barella dalla pista è apparsa visibilmente provata, fra urla e pianti di sofferenza. In seguito la giovane tarvisiana è stata sostituita nel team italiano dalla riserva Nadia Dellago, che affiancherà le altre atlete azzurre nei quarti di finale contro la Germania. La vittoria sulla Finlandia e il successivo passaggio del turno è giunto grazie alla De Aliprandini che ha fermato il cronometro sul tempo di 21 secondi e 47 centesimi, permettendo all’Italia di passare il turno con il miglior tempo complessivo. La Germania, invece, ha battuto la Gran Bretagna 3 a 1, ed ora si giocherà la sfida con le nostre connazionali, la rivincita dopo la finalina di Are di due anni fa, 2019. Proprio in quell’occasione la Della Mea aveva ottenuto la medaglia di bronzo.



© RIPRODUZIONE RISERVATA