MULTA PER FINESTRINO APERTO/ Alghero, turista sotto choc “Assurdo! Eccesso di zelo”

- Carmine Massimo Balsamo

Multa per finestrino aperto: l’episodio ad Alghero con protagonista un turista 76enne. “Io vittima di un eccesso di zelo”

multa finestrino aperto
Immagine di repertorio (Twitter)

Una situazione certamente assurda ma ampiamente giustificata da quanto previsto dal codice della strada, all’articolo 158. E così, un turista ad Alghero è stato multato per aver lasciato il finestrino aperto del suo Suv Mercedes. La motivazione? “Istiga al furto”. E così, come spiega l’Ansa, il malcapitato Renato Ricci, 77 anni della periferia di Torino ma innamorato della Sardegna, dopo essersi consultato con il suo avvocato e costatato che di fatto non vi era alcuna alternativa, ha deciso di pagare la multa pari a 29 euro (anziché 41 euro), grazie allo sconto legato al pagamento anticipato entro i primi giorni dall’emissione della stessa multa. La notizia intanto ha fatto il giro d’Italia e lo stesso turista ha denunciato il bizzarro episodio: “Mi sembra tutto così assurdo!”. Quindi si è detto vittima di “un eccesso di zelo, troppa severità, non capisco proprio – ha spiegato ai giornalisti – Mi chiedo cosa dovrebbe succedere a chi ha una moto o una decapottabile”. (Aggiornamento di Emanuela Longo)

TURISTA SANZIONATO PERCHÈ “ISTIGA AL FURTO”

Multa per finestrino aperto: scoppia il caso dell’istigazione al furto in quel di Alghero. Come riporta La Nuova Sardegna, lo sfortunato protagonista dell’episodio è il 76enne Renato Ricci, turista che annualmente si reca in Sardegna per trascorrere le ferie: il sassarese ha lasciato il finestrino della sua auto aperto in un parcheggio e sul parabrezza si è ritrovato il tagliando con una multa da 41 euro. Il pensionato, infatti, ha violato l’articolo 158 del Codice della Strada: «Mai vista una cosa simile!», la sua prima reazione riportata dal Corriere della Sera. E anche i commercianti della zona, viale Kennedy, confermano di non aver mai assistito ad un episodio del genere. La Polizia Municipale ha confermato, citando il comma 4: «Durante la sosta e la fermata il conducente deve adottare tutte le opportune cautele atte a evitare incidenti e a impedire l’uso del veicolo senza il suo consenso».

MULTA PER FINESTRINO APERTO: IL CASO DI ALGHERO

Il maggiore Carmelo Pais ha tenuto a precisare: «Non si poteva fare altrimenti. Ci hanno segnalato l’auto, aveva il finestrino abbassato e lo sportello non chiuso; era lì da tempo, sembrava rubata. Abbiamo compiuto gli accertamenti. Rappresentava un pericolo, la strada è in discesa e un malintenzionato avrebbe potuto tirar giù il freno a mano… Chi ha dato la multa è un vigile esperto, sapeva quel che faceva. E il codice della strada è chiaro. Purtroppo la sanzione non può essere annullata, ci spiace, ma al proprietario – che probabilmente non conosceva l’articolo del codice – potrà servire di lezione». E il turista non ha potuto fare altro che pagare la contravvenzione: 29 euro versati questa mattina, beneficiando della riduzione consentita a chi versa entro 5 giorni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA