Laura Marzadori gaffe: suona La Traviata ma è Aida/ Video “Vergogna!”, lei “stanca…”

- Emanuela Longo

Laura Marzadori confonde Aida con La Traviata: gaffe in diretta tv per la violinista della Scala. Pesanti critiche sul web, arrivano le scuse

laura marzadori facebook 640x300
Laura Marzadori

Laura Marzadori, primo violino di spalla della Scala, ospite della trasmissione Nessun dorma su Rai5, condotta da Massimo Bernardini, si è resa suo malgrado protagonista di una gaffe in diretta tv che non è passata affatto inosservata. Sarà stata l’emozione o semplice stanchezza, la giovane, incalzata dal padrone di casa a eseguire un passaggio de La Traviata è incappata in uno scivolone che ha sollevato le polemiche sul web. Poco prima la Marzadori aveva svelato di amare tra tutte le opere, proprio La Traviata e la sua protagonista Violetta Valery. La disquisizione sull’opera si è conclusa con la timida richiesta di Bernardini: “Tu ti ricordi a memoria un passaggio di Traviata… tanto per ambientarci? Anche solo un pezzettino?”. La violinista, sebbene pochi istanti prima avesse parlato proprio della sua opera prediletta, sarebbe apparsa lievemente spiazzata dalla richiesta  del conduttore, come evidenziato anche da un primo piano che tradirebbe un cenno di insicurezza. Nonostante questo, preso violino ed archetto ha iniziato a suonare. Peccato però che l’opera in questione non fosse La Traviata bensì Aida.

LAURA MARZADORI CONFONDE AIDA CON LA TRAVIATA: LA GAFFE

La giovane violinista, forse resasi conto della clamorosa gaffe in diretta tv, ha cercato di porre rimedio commentando, al termine della breve esibizione live: “Non so se mi ricordavo la tonalità, però, comunque…”. Se il conduttore non è riuscito a cogliere in tempo l’errore, ci hanno comunque pensato prontamente gli addetti ai lavori che sui social hanno pesantemente criticato Laura Marzadori, come riporta sia Dagospia che Il Giornale nell’edizione online. Tra coloro che non hanno affatto mandato giù la gaffe, anche la musicista Rosa Weisbrot che ha commentato: “Vergogna! Invece di rifare il viso a 30 anni, sarebbe meglio che studiasse qualche partitura per poter essere chiamata la spalla e pretendere il rispetto dei colleghi!”. A dire la sua in tono critico, anche il critico musicale e scrittore Alessandro Mormile: “Forse in questo periodo di lockdown, doloroso per tutti, avrà tempo di ripassare un po’ meglio “La traviata” di Verdi, certo che questa non sarà stata altro che una piccola dimenticanza…dovuta forse allo stress di questi tempi bui!”.

La Marzadori, dopo essersi sentita presa in causa si sarebbe comunque scusata su Internet in modo educato: “Dopo ore di prove luci, prove di regia in cui ho suonato e parlato mi sentivo molto stanca. La domanda non era concordata e nella tensione del momento sono andata nel pallone. Mi rendo conto sia stato un errore macroscopico e il presentatore mi ha confermato che nell’immediato non se ne e accorto”. La violinista ha quindi aggiunto di non tollerare l’essere stata messa alla gogna per un errore dettato dall’emozione: “Trovo che mettere alla gogna una persona pubblicamente per un errore dettato chiaramente dall’emozione sia un gesto evitabile trattandosi poi di momento molto difficile per tutti i musicisti e per me in particolare, poiché sono stata oggetto di attacchi gratuiti proprio qualche giorno fa”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA