Laura Pausini/ Commozione dopo l’esibizione in “Io sì” (Sanremo 2021)

- Rossella Pastore

Laura Pausini ospite a Sanremo 2021: la cantante festeggerà all’Ariston la vittoria del Golden Globe per la canzone Io sì (Seen).

laura pausini
(Sanremo 2021)

«Ho finito la saliva, sono emozionata»: così Laura Pausini appena salita sul palco del Festival di Sanremo 2021. La cantante ha festeggiato il successo ai Golden Globe con “Io sì”, un altro grande riconoscimento: «In realtà io lo spazio ce l’ho, perchè i premi sono a casa di mio padre. Anche quando arriverà il Golden Globe, andrà a casa di mio padre».

«Io quando vinco un premio, non lo vinco da sola: sento che ci sono attorno a me tante persone. Non mi aspettavo il Golden Globe, è strano che una canzone cantata da un’italiana sia nominata a un premio così importante. E non c’era mai una canzone cantata tutta in italiano premiata», ha aggiunto Laura Pausini, che ha tenuto poi a precisare: «Grazie Sophia per avermi scelta: questo film porta un messaggio di uguaglianza e fa sentire quanto è bello sentirsi parte di una famiglia anche se non si ha lo stesso sangue». (Aggiornamento di MB)

Laura Pausini e il successo con “Io sì”

È Laura Pausini la vera super ospite della seconda serata di Sanremo 2021, la grande kermesse musicale condotta da Amadeus in onda su Rai1 dal 2 al 6 marzo. La Pausini, che ha appena vinto un Golden Globe con il brano Io sì (Seen), parte della colonna sonora del film La vita davanti a sé, torna ‘virtualmente’ in Italia per festeggiare questo successo. “Sto vivendo questa cosa che mi sembra irreale e sono felice di parlare con persone che hanno visto gli inizi della mia carriera”, ha dichiarato in videochiamata il 1° marzo durante la conferenza stampa. “È arrivata questa botta di adrenalina e non ho dormito tutta la notte, ma ne è valsa la pena”. La sorpresa più grande, per Laura, è essere considerata da tutti alla stregua di una star internazionale; proprio lei, che non ha mai perso i contatti con la sua (grande) famiglia in Italia e nemmeno la cadenza tipica di Solarolo. Nonostante l’enorme popolarità acquisita anche in America, Laura resta umile, e ancora non si capacita di quello che è successo alla sua vita soprattutto nell’ultimo periodo. “Non riesco a riprendere fiato, è tutto un bum, bum, bum”, commenta.

Laura Pausini festeggia a Sanremo la vittoria ai Golden Globe

Emozione a parte, Laura Pausini non ha dubbi: era proprio l’Ariston, il palco più giusto su cui esibirsi per festeggiare questo traguardo. Tra l’altro, Sanremo è anche il posto dove canta meglio al mondo: “Quando la macchina si avvicina alla città il mio cuore comincia a battere più forte. Il fatto di non riuscire a controllare emozioni che scaturiscono sincere è una bella cosa”. Ma emozionante è stata anche la chiamata di Edoardo Ponti, regista della pellicola, che le ha dato occasione di ricevere la sua prima candidatura ai cosiddetti ‘Oscar della tv’: “Ponti mi ha contattata ad agosto e mi ha fatto vedere il primo montaggio del film”, racconta. “Che ti devo dire, i contatti che diventano familiari pur non essendolo all’origine, il messaggio importante… tutto mi portava lì assieme al fatto che il mondo intero avrebbe ascoltato la versione italiana della canzone”. Poi afferma, con un certo orgoglio: “Io sono la voce cantata del pensiero di Sophia. Altra emozione immensa. Ma ora c’è Sanremo e non potrei chiedere di più”.

Il legame tra Laura Pausini e il Festival Sanremo 2021

Sappiamo bene che – per via della sua storia artistica – Laura Pausini è molto legata al Festival di Sanremo 2021. 28 anni fa il suo esordio con La solitudine, per lamentare di fronte a milioni di telespettatori la ‘dipartita’ (in senso poetico) del suo amato Marco. Amadeus, da bravo stratega qual è, non ha potuto fare a meno di sfruttare la circostanza dei Golden Globe per invitare sul palco una grande star senza troppe pretese, sicuro cioè che Laura, dall’altra parte, avrebbe accettato volentieri. E difatti così è stato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA