ALITALIA/ Raggiunto l’accordo con i sindacati. Ricorso alla cassa integrazione straordinaria per 700 lavoratori

E’ stato raggiunto l’accordo tra Alitalia e sindacati sulla concessione della cassa integrazione straordinaria su base volontaria per 700  lavoratori.

04.03.2011 - La Redazione
Alitalia_AlaR400
Foto Ansa

E’ stato raggiunto l’accordo tra Alitalia e sindacati sulla concessione della cassa integrazione straordinaria su base volontaria per 700  lavoratori.

E’ stato raggiunto, presso la sede di Confindustria, l’accordo tra Alitalia e i sindacati sulla riduzione degli organici. Fino a 700 potranno avvalersi della cassa integrazione straordinaria su base volontaria. La potranno richiedere tutti i lavoratori della compagnia, e non solo quelli di terra come era inizialmente previsto. La Cgis potrà avere durata da un minimo di 12 mesi ad un massimo di 48 e sono previsto, per chi ne abbia diritto, i 3 anni di mobilità per andare in pensione. Si tratta di un percorso che andrà concordato con il ministero del Lavoro. Intanto, dal primo di aprile, la società inizierà a vagliare le 700 richieste di part-time degli assistenti di volo, di cui ne verranno accolte 550. Contestualmente alla concessione del part time, 170 lavoratori saranno richiamati dalla cassa integrazione.

CLICCA >> QUI SOTTO PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO

Saranno, inoltre accolte 32 richieste di part-time dei piloti, mentre 10 di essi saranno riassunti dalla Cigs di 10 piloti. Attualmente vi si trovano in cassa integrazione straordinaria 800 piloti. 440 di questi non hanno i requisiti per andare in pensione al termine dei 4 anni di cigs.

 

Il personale di terra che ha un contratto a termine che risale al 2004 e agli anni precedenti sarà assunto a tempo determinato .

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori