CONCORSI PUBBLICI/ Misano Adriatico, bando Insegnanti Scuola Materna: scadenza e requisiti (ultime notizie)

- Silvana Palazzo

Concorsi pubblici: bando Tar per assunzione di 50 Referendari: scadenza e requisiti, le ultime notizie di oggi, 15 novembre 2017, e gli aggiornamenti sulle selezioni

tribunale_processo_avvocati_magistrati_giudici_aula_crocifisso_lapresse_2017
Il processo in aula (LaPresse)

A Misano Adriatico, in provincia di Rimini, è stato indetto dal Comune un concorso pubblico per la formazione di una graduatoria per il ruolo di Istruttori-Insegnanti Scuola Materna categoria C1 da inserire presso il settore Pubblica Istruzione e Politiche Giovanili. L’inserimento è previsto con contratto di lavoro a tempo determinato. C’è tempo fino al 27 novembre 2017 per inviare la propria candidatura, che verrà valutata attraverso i titoli e una prova d’esame. La procedura selettiva prevede infatti un quiz su diversi argomenti tra cui il progetto educativo della scuola dell’infanzia, i lineamenti metodologici generali, nozioni di diritto amministrativo con particolare riferimento all’ordinamento delle autonomie locali, la famiglia come primo ambiente di vita e di educazione del bambino e l’organizzazione dei tempi e degli spazi nella scuola dell’infanzia. Una volta terminato l’iter di selezione verrà formulata una graduatoria dei candidati che sarà pubblicata all’Albo Pretorio informatico e sul sito internet del Comune. (agg. di Silvana Palazzo)

TAR, BANDO 50 REFERENDARI

Un nuovo concorso pubblico è stato indetto dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri per la copertura di 50 posti di referendario nel Tribunale Amministrativo Regionale della magistratura amministrativa. Il bando è rivolto a magistrati, avvocati, dipendenti pubblici, docenti e ricercatori universitari, consiglieri regionali, provinciali e comunali. È prevista una selezione per titoli ed esami che consiste nell’espletamento di cinque prove, di cui quattro scritte e una orale. Per partecipare al concorso c’è tempo fino al 9 gennaio 2018. Ai fini della selezione è previsto lo svolgimento di quattro temi scritti, di cui tre teorici e uno pratico, e di un colloquio. Verteranno sulle seguenti materie: diritto privato, diritto amministrativo, scienza delle finanze e diritto finanziario, diritto costituzionale, diritto penale, diritto processuale civile e penale, diritto internazionale pubblico e privato, diritto del lavoro ed economia politica. Inoltre, è prevista una prova facoltativa di lingua straniera, a scelta dei candidati, a carattere esclusivamente orale.

ROMA CAPITALE: BANDO MOBILITÀ CONCORSO 20 AVVOCATI

Gli avvocati possono però partecipare anche al concorso pubblico di mobilità esterna indetto da Roma Capitale per la copertura nel triennio 2017-2019 di 20 punti di funzionario avvocato, categoria D. C’è tempo fino al 27 novembre per consegnare le domande di partecipazione alla selezione che prevede assunzioni a tempo pieno e indeterminato. I candidati saranno selezionati sulla base della valutazione del curriculum vitae et studiorum e di un colloquio professionale/motivazionale. Tra i requisiti richiesti e specificati nel bando c’è l’essere in servizio con contratto a tempo pieno ed indeterminato, da almeno 3 anni, presso una delle Amministrazioni Pubbliche. Ma è anche richiesto il possesso di uno dei seguenti titoli di studio: Laurea Specialistica in Giurisprudenza (22/S) ex decreto Ministeriale n.509/1999, Laurea Magistrale in Giurisprudenza (LMG/01) ex decreto Ministeriale n.270/2004, Diploma di Laurea (DL) in Giurisprudenza conseguito con il vecchio ordinamento universitario.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori