Concorsi Pubblici/ Guardia di Finanza, bando 30 allievi Soccorso Alpino: incarichi e scadenza (15 dicembre)

- Silvana Palazzo

Concorsi pubblici, ultime notizie di oggi 15 dicembre 2017. Guardia di Finanza, bando 30 allievi soccorso alpino: prove e scadenza. Delibera per quello degli Ospedali Riuniti di Foggia

guardia_finanza_gdf_lapresse_2017
(LaPresse)

A poche ore dalla scadenza ufficiale per la presentazione delle iscrizioni, sul bando del Concorso Guardia di Finanza si può leggere anche i principali incarichi cui saranno adibiti i vincitori dei 30 posti da Tecnico Soccorso Alpino: «Il Soccorso Alpino della Guardia di Finanza si pone l’obiettivo di assolvere prioritariamente alle attività di salvaguardia della vita umana e di pronto intervento operativo, in zone di media e alta montagna, caratterizzate da terreni innevati, ripidi, rocciosi o ghiacciati, e di concorrere, attraverso una diuturna azione di controllo del territorio – svolta anche per eventuali fini di difesa politico militare delle frontiere – all’espletamento dei compiti di polizia economico-finanziaria demandati al Corpo». Tra i principali incarichi che riguardano questo particolare concorso pubblico, ci sono anche le varie attività finalizzate a interventi di soccorso in contesti emergenziali derivanti da calamità naturali: «In occasione dei recenti eventi sismici e di maltempo che hanno colpito il Centro – Italia, decisive sono risultate, difatti, la prontezza d’intervento del S.A.G.F. e la capacità di far pervenire in loco, in tempi assolutamente ristretti, uomini e mezzi provenienti da Stazioni dislocate sull’intero arco alpino». Clicca qui per tutte le info del bando ufficiale di concorso. 

I PRINCIPALI REQUISITI

Con la scadenza oggi del bando, è utile provare a ricontrollare per eventuali iscrizioni in extremis, i requisiti principali per poter partecipare al bando di concorso pubblico per Guardia Di Finanza, settore Soccorso Alpino. Per prima cosa bisogna aver compiuto il 18° anno e non aver superato il giorno di compimento del 26° anno di età, avere pieno godimento dei diritti civili e politici e in possesso del diploma di istruzione secondaria che consenta l’iscrizione ai corsi per il conseguimento del diploma universitario. Inoltre, bisogna non essere stati ammessi a prestare il servizio civile nazionale quali obiettori di coscienza o aver rinunciato a tale status, ai sensi dell’articolo 636, comma 3, del decreto legislativo 15 marzo 2010, oltre a non essere stati imputati o condannati o non aver ottenuto l’applicazione della pena ai sensi dell’articolo 444 del codice di procedura penale per delitti non colposi, né essere stati sottoposti a misure di prevenzione. Come prosegue il bando, «non trovarsi in situazioni comunque incompatibili con l’acquisizione o la conservazione dello stato giuridico di finanziere; essere in possesso delle qualità morali e di condotta stabilite per l’ammissione ai concorsi della magistratura ordinaria; non essere stati destituiti, dispensati o dichiarati decaduti dall’impiego presso una Pubblica amministrazione o prosciolti, d’autorità o d’ufficio, da precedente arruolamento nelle Forze armate o di polizia, a esclusione dei proscioglimenti per inattitudine al volo o alla navigazione; non essere stati dimessi, per motivi disciplinari o per inattitudine alla vita militare, da Accademie, Scuole o Istituti di formazione delle Forze armate o di polizia». (agg. di Niccolò Magnani)

PROVE E SCADENZA

Scade oggi, venerdì 15 dicembre 2017, il termine per inviare la propria domanda di partecipazione al concorso, per titoli ed esami, per il reclutamento di 30 allievi finanzieri del contingente ordinario, specializzazione “Tecnico di Soccorso Alpino (S.A.G.F.)”. Di questi trenta posti, quattro sono riservati ai candidati in possesso del diploma di istruzione secondaria di secondo grado o superiore. Lo svolgimento del concorso comprende una prova scritta, prove di efficienza fisica, accertamento dell’idoneità psico-fisica, accertamento dell’idoneità attitudinale, accertamento dell’idoneità al servizio di soccorso alpino. La prova scritta consiste in domande di italiano, storia ed educazione civica, geografia e test logico-matematici, a partire dal 15 gennaio 2018. Sono ammessi alle prove di efficienza fisica i candidati che si classificheranno nei primi 300 posti della graduatoria stilata ai soli fini della predetta prova. Sono ammessi anche i candidati che abbiano conseguito lo stesso punteggio del concorrente classificatosi all’ultimo posto utile.

Clicca qui per visualizzare il bando del concorso.

FOGGIA, BANDO 137 OPERATORI SOCIO-SANITARI

Si è sbloccata la procedura per l’assunzione di 137 operatori socio-sanitari agli Ospedali Riuniti di Foggia. Dopo mesi di attesa è stata pubblicata la delibera: nell’atto del policlinico (che potete scaricare cliccando qui) sono precisate le procedure per presentare la domanda. Il candidato deve presentare la domanda esclusivamente per via telematica usando il “form online” disponibile sul sito internet istituzionale dell’azienda. Anche i titoli posseduti dovranno essere caricati direttamente nella piattaforma individuata nella delibera, attraverso autocertificazioni. La commissione di valutazione potrà assegnare massimo 100 punti come punteggio massimo. I punti massimi vengono così ripartiti: 40 per i titoli e 60 per le prove d’esame, metà per lo scritto e metà per l’orale. Serviranno almeno 21 punti allo scritto e altrettanti all’orale per superare le prove. Sta per cominciare il primo step del concorso che dovrà rinforzare gli organici della struttura ospedaliera foggiana.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori