Lazio, il punto/ D’Amico: ricominciare per vincere lo scudetto! (esclusiva)

- int. VIncenzo D'Amico

Il punto sulla Lazio di Vincenzo D’Amico: stagione in ogni caso straordinaria, la speranza ora è ricominciare per dare l’assalto allo scudetto (esclusiva).

Lazio gol
La Lazio festeggia una vittoria in Serie A (Foto LaPresse)

La Lazio prima dello stop per il Coronavirus stava vivendo una stagione fantastica, con un solo punto di ritardo dalla Juventus in classifica e la possibilità in caso di ripresa del campionato di giocarsi fino in fondo le chance di vincere lo scudetto. Claudio Lotito spinge infatti per questa soluzione: in attesa di capire se si potrà completare la stagione, decisione sulla quale evidentemente pesano anche altre incognite e considerazioni, restano fuori discussione i grandi meriti della squadra, dell’allenatore Simone Inzaghi e anche della società, in primis il direttore sportivo Igli Tare. Per parlare di questa stagione della Lazio e provare già ad immaginare le strategie future per consolidarsi ai vertici del calcio italiano, abbiamo sentito il grande ex Vincenzo D’Amico in questa intervista esclusiva per IlSussidiario.net.

Per lei è giusto far ripartire il campionato? Sì, sono decisamente favorevole a riprendere il campionato e far finire la stagione. Lotito ha ragione, la Lazio fa bene a voler finire il campionato.

In caso di ripresa, quante sarebbero le possibilità di vincere il titolo? Dico 50% alla Juventus, 30% Lazio e 20% Inter. I biancocelesti a un solo punto da una Juventus che ha vinto gli ultimi otto scudetti fanno sognare…

Come giudica in ogni caso la stagione della formazione di Inzaghi? Straordinaria, qualcosa di veramente eccezionale!

Quale futuro vede per la Lazio, ci sono possibilità che possa mantenersi stabilmente tra le grandi? Penso proprio di sì, la Lazio ha tutte le possibilità per rimanere anche nei prossimi anni tra le grandi del calcio italiano.

Quale futuro per Simone Inzaghi? Rimarrà alla Lazio!

Cosa si aspetta invece dal calciomercato? Dovrebbe rimanere la rosa attuale, magari rafforzata da due giocatori importanti, di grande livello tecnico. (Franco Vittadini)

© RIPRODUZIONE RISERVATA