“Le faccio schizzare il cervello” minacce choc a figlia Salvini/ Account resta attivo

- Emanuela Longo

Matteo Salvini, minacce e insulti choc a figlia di 8 anni sui social: “Spero crepi”, ma il profilo anonimo dell’odiatore resta ancora attivo

matteo salvini
(Maurizio Costanzo Show)

I social continuano purtroppo a rappresentare un covo di odiatori, spesso anonimi, capaci di seminare minacce e illazioni gravissime. A finire in questa macchina del fango è da tempo anche il leader della Lega, Matteo Salvini. Nei suoi confronti i cosiddetti ‘leoni da tastiera’ si sono scagliati in maniera violenta ed in alcuni casi hanno colpito non solo l’ex ministro ma anche le persone a lui care. Ad essere presa vergognosamente di mira, anche una bambina di appena 8 anni, “rea” di essere la figlia di Matteo Salvini, e tirata in ballo da un odiatore anonimo con frasi di una violenza inaudita.

Nelle passate ore proprio Salvini attraverso i suoi social ha voluto ricordare le frasi orrende scritte da un profilo anonimo (come nella maggior parte degli odiatori social) e risalenti allo scorso 20 ottobre, in cui vengono usate parole choc verso una bambina di 8 anni, accompagnate da minacce che non potevano non essere denunciate. Nonostante questo però, sottolinea Salvini, sul piano della giustizia non sarebbe ancora stato fatto nulla. “Il profilo di questo anonimo “signore” è ancora attivo, dopo mesi dalla denuncia di queste minacce deliranti e vomitevoli contro una bimba di 8 anni, e la “giustizia” italiana non ha ancora fatto e ottenuto nulla”, ha tuonato il leader della Lega.

MINACCE CHOC A FIGLIA DI 8 ANNI DI MATTEO SALVINI

Matteo Salvini ha sottolineato come molti utenti, suoi follower, siano stati “sospesi dai social per un post o un aggettivo non gradito…”. Eppure nel caso delle minacce choc rivolte a sua figlia, una bambina di 8 anni, a distanza di diversi mesi non sarebbe ancora stato fatto nulla: “Viva la Democrazia e la Libertà. Sempre”, prosegue Salvini. Nel post l’ex ministro ha voluto ricordare alcuni degli insulti rivolti alla figlia accompagnati da minacce come “spero che un giorno sua figlia crepi”, o ancora, “Salvini a tua figlia le faccio schizzare fuori il cervello”. Un odio che, come rammenta Il Giornale nell’edizione online, era stato scatenato dalla pubblicazione di una foto in cui il leader leghista era insieme a sua figlia. Nella didascalia Salvini scriveva: “Quanto è bella la mia principessa?”. Niente a che fare con la politica, dunque, ma un semplice scatto con protagonisti un padre ed una figlia che però avrebbe dato fastidio a qualche leone da tastiera, il cui profilo tuttavia, malgrado segnalazioni e denunce, risulta ancora essere attivo.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Matteo Salvini (@matteosalviniofficial)



© RIPRODUZIONE RISERVATA