Le Iene/ Anticipazioni 26 ottobre 2021: Valentino Rossi e la marcia di Vladimir Luxuria al Gay Pride

- Giulia Bertollini

Anticipazioni Le Iene puntata 26 ottobre, i servizi: Valentino Rossi ripercorrerà la sua carriera in un’intervista e Vladimir Luxuria è stata accompagnata durante la marcia del Gay Pride

Valentino Rossi 640x300
Valentino Rossi (Foto: web)

Anticipazioni Le Iene Show: i servizi di oggi 26 ottobre 2021

Sarà la campionessa di pallavolo Paola Egonu  ad affiancare Nicola Savino e le voci della Gialappa’s band alla conduzione de “Le Iene”. Paola Egonu, commentando questa esperienza, aveva dichiarato: “Sono grata per quest’opportunità che mi permetterà di scoprire un mondo completamente diverso dal mio. Sono sicura di poter imparare molto da questa esperienza a cui prenderò parte con l’intento di divertirmi, in pieno spirito Iena!”. Nella puntata in onda questa sera, Valentino Rossi ripercorrerà le tappe più importanti della sua carriera. il campione si è sottoposto ad un simpatico gioco di immagini e telecronache che si conclude con un video/regalo creato della trasmissione per omaggiarlo del suo leggendario successo.

A consegnare la coppa simbolica, per l’occasione, sarà la sua compagna Francesca Sofia Novello, presto madre della loro prima figlia. A tal proposito, Valentino Rossi, nell’intervista di Stefano Corti, ha dichiarato: “Sapere di diventare papà è sicuramente più emozionante, vincere il mondiale è più adrenalinico”. Il campione ha parlato anche del suo ritiro e si è detto dispiaciuto di dover andare in pensione.

Vladimir Luxuria protagonista d’eccezione a “Le Iene”: “Non vorrei che nel nostro Paese…”

Al Gay Pride di Budapest era presente Vladimir Luxuria. La Luxuria è stata accompagnata dalle telecamere de “Le Iene” durante la marcia di orgoglio Lgbtq contro l’escalation omofoba del governo di Viktor Orban, che proprio quest’estate ha introdotto una legge che vieta di parlare dell’omosessualità nelle scuole ungheresi. Vladimir ha rivelato: “Credo che la nostra battaglia debba essere anche trans-nazionale. Non riesco a pensare che persone come me, perché vivono lontane dai nostri confini, debbano essere ignorate, non aiutate, o non ricevere una solidarietà. Non vorrei che anche nel nostro Paese possano prendere quello di Orban come modello”.

Alla manifestazione ha partecipato anche Alessandro Zan, padre del disegno di legge che tutela gli omosessuali. Nel servizio in onda questa sera Luxuria racconterà le sensazioni provate durante il percorso di cambiamento e si ascolterà anche il discorso che ha tenuto sul palco.

© RIPRODUZIONE RISERVATA