Le pagelle di Juventus Inter/ I voti della finale di Coppa Italia: Perisic al top

- Fabio Belli

Le pagelle di Juventus Inter: i voti della partita all’Olimpico di Roma per la finale di Coppa Italia. I nerazzurri vincono il loro ottavo trofeo ai supplementari.

Inter Perisic Fantacalcio
Ivan Perisic, Inter (LaPresse)

PAGELLE JUVENTUS INTER: TUTTI I VOTI

Le pagelle di Juventus Inter, finale di Coppa Italia che ha visto la formazione nerazzurra imporsi ai tempi supplementari con il punteggio di 2-4. Match dalle mille emozioni, dopo il vantaggio lampo di Barella per gli uomini di Inzaghi i bianconeri hanno reagito con un ottimo primo tempo e soprattutto il ribaltone nel secondo con i gol di Morata e Vlahovic. Inter in difficoltà ma capace di non mollare e colpire con Perisic su rigore prima del 90′. Si va ai supplementari e i nerazzurri si prendono l’ottava Coppa Italia della loro storia con un secondo rigore al 98′ trasformato da Perisic e con un eurogol proprio del croato, che chiude i conti prima della fine del primo tempo supplementare sul definitivo 4-2.

VOTO PARTITA 8 – Il voto più alto nelle nostre pagelle di Juventus Inter lo riserviamo senza dubbi, alla partita stessa. Gol, capovolgimenti di fronte e mille emozioni per una finale di Coppa Italia che è stata senza dubbio un magnifico spot per il calcio italiano, considerando i 176 Paesi collegati per la diretta.
VOTO JUVENTUS 6,5 – Si è arresa quando non poteva fare più nulla, la Vecchia Signora: match sul filo degli episodi, forse Allegri poteva gestire meglio il momento di massima pressione interista.
VOTO INTER 8 – Grande capacità di reazione dei nerazzurri dopo che a inizio secondo tempo era crollato il mondo addosso con il gol juventini: secondo trofeo stagionale in attesa della fine della volata Scudetto.

PAGELLE JUVENTUS INTER, I VOTI DEI BIANCONERI

PERIN 6 – Pur subendo quattro reti gioca una partita sufficiente con un paio di interventi notevoli, non può nulla sui rigori e sulle prodezze balistiche di Barella e Perisic.
DANILO 6 – Gioca attento per coprire le spalle a Cuadrado, prima dell’intervallo è costretto a dare fofait per infortunio. (dal 41’pt MORATA 6,5 – Suo il tocco galeotto che mette fuori causa Handanovic sull’1-1, entra in campo col piglio del vero combattente).
DE LIGT 5 – Si fa pizzicare fuori tempo nelle azioni dei due rigori interisti, causando il secondo molto ingenuamente. Serata negativa per lui.
CHIELLINI 6,5 – Non riesce a chiudere la carriera straordinaria vissuta in bianconero con l’ultimo trofeo, anche stasera mette tutto quel che ha, finché ne ha. (dal 38’st ARTHUR 5,5 – Confusionario, tocca molti palloni ma incide poco).
ALEX SANDRO 6 – Dalla sua conclusione arriva il pari juventino, gioca però una partita un po’ timida, seppur attenta, rispetto ai suoi standard. (dal 1’pts PELLEGRINI 5,5 – Sbaglia scelte importanti nei convulsi supplementari).
ZAKARIA 6,5 – Finché ha dinamismo è il motore del centrocampo juventino, esce quando è già calato vistosamente di tono. (dal 21’st LOCATELLI 5,5 – Entra senza mai trovare il ritmo, chiude la stagione fuori forma dopo la lunga assenza).
RABIOT 5,5 – Non inizia male ma dà l’impressione di finire presto la benzina, chiudendo in affanno.
CUADRADO 5 – Suo il voto più basso in queste pagelle di Juventus Inter. Inizia malissimo facendosi scappare Barella sul vantaggio interista, poi passa la partita a rincorrere Perisic. Serataccia.
DYBALA 7 – Da urlo il pallone che manda in porta Vlahovic sul momentaneo vantaggio juventino, gioca una partita da grande ispiratore offensivo, degno saluto alla sua lunga esperienza juventina. (dal 9’pts KEAN Senza voto).
BERNARDESCHI 6,5 – Anche lui al passo d’addio, gioca una partita di sostanza, forse avrebbe fatto comodo tenerlo ancora un po’ in campo. (dal 21’st BONUCCI 5,5 – Entra per dare maggiore solidità, si fa beffare da Lautaro sul rigore che rimette in carreggiata l’Inter).
VLAHOVIC 7 – Parimerito con Dybala, è il migliore per i bianconeri in queste pagelle di Juventus Inter. Lotta come un leone, segna un gran gol, ne sfiora almeno altri due. Leader più di altri veterani della squadra, la sua finale è da elogiare.

all. ALLEGRI 5,5 – Lo sconfitto ha sempre il voto più basso, ma nelle nostre pagelle di Juventus Inter Allegri la sufficienza non la prende anche per altro. La sua squadra reagisce bene al vantaggio lampo, il doppio cambio Locatelli-Bonucci sfilaccia la squadra nel momento più delicato: manca il tocco dello stratega che spesso in passato sapeva dare.

PAGELLE JUVENTUS INTER, I VOTI DEI NERAZZURRI

HANDANOVIC 5,5 – Non merita certo la palma del peggiore, ma in queste pagelle di Juventus Inter è poco sotto la sufficienza. Non impeccabile sul primo gol subito, lamenta qualche acciacco ma non sembra offrire grande affidabilità.
D’AMBROSIO 5,5 – Si fa scherzare da Vlahovic sul 2-1 bianconero, gioca una partita di grande difficoltà e affanno. (dal 18’st DIMARCO 7 – Entra molto bene in partita, è una delle chiavi che ribaltano la situazione in favore dei nerazzurri. Dal 11’sts BASTONI Senza voto).
DE VRIJ 7 – Più che per una partita difensiva comunque senza sbavature va elogiato per le incursioni offensive: si guadagna con perizia da attaccante il rigore che di fatto decide la partita.
DARMIAN 5,5 – Troppo timido sulla destra, non approfitta di un Alex Sandro più spaventato di lui. (dal 18’st DUMFRIES 7 – Come nel caso di Dimarco entra e la musica cambia, sulla destra affonda che è un piacere).
BARELLA 7 – Inizia la partita con un gol che è una gemma, gioca da vero lottatore pur commettendo ogni tanto qualche errore in appoggio.
BROZOVIC 7 – Match di grande spessore, è il cuore e il cervello dell’Inter nella zona nevralgica del campo.
CALHANOGLU 6,5 – Freddo sul rigore che rimette in carreggiata l’Inter, a volta si incaponisce nel cercare la conclusione in maniera affrettata ma la squadra si giova del suo piede educato. (dal 1’pts VIDAL 6,5 – Gioca i supplementari col piglio del vero combattente).
PERISIC 8 – Match winner e migliore in queste pagelle di Juventus Inter per i bianconeri. Peccato per le dichiarazioni finali sul possibile mancato rinnovo che gelano dopo una prestazione super: ara letteralmente la fascia sinistra, segna il delicatissimo rigore del 3-2 e subito dopo chiude la partita con un eurogol.
DZEKO 5,5 – Dopo un’ottima stagione si conferma in calo, non riesce a dare i riferimenti giusti sul fronte offensuvo. (dal 18’st CORREA 6,5 – Entra regalando vivacità e fluidità al gioco offensivo interista che si era fatto statico).
LAUTARO MARTINEZ 6 – Il Toro sbatte sull’organizzazione difensiva interista, giocando comunque con personalità e prendendosi con furbizia l’indispensabile rigore del 2-2. (dal 1’pts SANCHEZ 6 – Non ha grandi possibilità di pungere in ripartenza ma entra mettendo grande energia).

all. SIMONE INZAGHI 7,5 – Dulcis in fundo, vero che non va in campo, ma quando l’allenatore riesce a far reagire e vincere un trofeo in una finale, allora un votone lo merita, come quelo che gli abbiamo riservato nelle nostre pagelle di Juventus Inter. Quando la partita rischia di sfuggirgli di mano ridisegna la squadra alla perfezione, col doppio cambio Dimarco-Dumfries sulle fasce che di fatto gli fa vincere la partita a scacchi con Allegri. Secondo trofeo per lui al primo anno di Inter, ora la speranza Scudetto.





© RIPRODUZIONE RISERVATA