Leclerc si ritira al GP Monaco 2021/ F1, Ferrari disastro: semiasse non ha retto

- Silvana Palazzo

Charles Leclerc si ritira al GP Monaco 2021 di F1. Ferrari disastro: risolto il problema del cambio, ma semiasse non ha retto e il pilota monegasco non è neppure partito

Leclerc Formula 1
Charles Leclerc, Formula 1 (Foto LaPresse)

Rischiava di cominciare la gara dalla quinta posizione per il problema al cambio, invece per Charles Leclerc non è neppure cominciato il GP Monaco 2021 di Formula 1. Il pilota della Ferrari si è ritirato mentre le altre monoposto si sistemavano sulla griglia di partenza. Il semiasse lo ha tradito nel momento in cui è entrato in pista. La Scuderia di Maranello, che aveva rassicurato sulla tenuta del cambio dopo l’incidente di ieri alle qualifiche, non si è resa conto che l’altro problema era più grave del previsto. I dubbi riguardavano sul cambio, poi ci si è resi conto che il semiasse era in condizioni tali da non poter far partecipare Charles Leclerc alla gara.

Un ennesimo colpo di sfortuna per il monegasco, che ha sempre dovuto ritirarsi a partire dal 2017 nel Gran Premio di casa o dopo incidenti o dopo problemi tecnici. In F2 nel 2017, in F1 l’anno dopo con la Sauber e nel 2019 nella prima stagione con la Ferrari.

FERRARI, LECLERC “SENTO SOLO TRISTEZZA”

«Ora sento solo tristezza, avrò bisogno di alcuni giorni prima di stare meglio». Queste le prime parole di Charles Leclerc dopo il ritiro dal GP Monaco 2021 di Formula 1. «Abbiamo controllato tutti i pezzi ora dobbiamo controllare cosa ha ceduto, credo si legato al crash di sabato», ha aggiunto il pilota della Ferrari ai microfoni di Sky. Quando gli è stato chiesto se c’è qualcosa che si può rimproverare, Leclerc ha chiarito: «Sabato ho fatto un errore, ma ho fatto una prestazione degna della pole. Al secondo tentativo ho spinto troppo e l’ho messa al muro. Un errore che riuscirò a perdonarmi? Ieri ho spinto, ho fatto l’errore ma alla fine è anche quello che mi ha portato alla pole». Col senno di poi in effetti è facile parlare: «Possiamo poi dire tutto ma il primo giro lo abbiamo fatto molto forte, più di tutti, e grazie al fatto che ho spinto io, alla seconda ho spinto troppo e messo la macchina a muro, così succede a Monaco». Dunque, vuole voltare pagina: «Non credo che ci penserò molto perché ho dato tutto, gli errori capitano».



© RIPRODUZIONE RISERVATA