Lega, Capitanio vs Radio Due/ “Grave il like al tweet di Valentina Nappi su Salvini”

- Stella Dibenedetto

Lega, Capitanio attacca Radio Due: “grave il like di una radio di stato al tweet di Valentina Nappi su Salvini. Servono regole più stringenti”.

matteo salvini mattino5

Massimiliano Capitanio, segretario della Commissione Vigilanza della Lega, durante un’intervista rilasciata ai microfoni di Lanfranco Palazzolo per Radio Radicale, ha commentato il like che Radio Due ha lasciato al tweet di Valentina Nappi su Matteo Salvini. Lo scorso giugno la 29enne pornostar, su Twitter, ha cinguettato: “Se Matteo Salvini è cristiano io sono vergine“. Un tweet che ha rapidamente fatto il giro del web ricevendo, tra i tanti like, anche quello di Radio Due. Un gesto gravissimo che non era passato inosservato neanche a Salvini che aveva commentato così: “Caspita, contro di me addirittura la contessa Valentina Nappi (celebre artista del porno) con il Like di Rai Radio 2, pagata da tutti gli Italiani. Avanti col sorriso, bacioni alla Vale e a Radio Rai”. Oggi, sull’argomento, è tornato Capitanio che ha detto: “Il like del profilo ufficiale di Radio Due al tweet di Valentina Nappi contro Salvini? Noi a posteriori ridiamo anche perché la vicenda ha dei lati paradossali e tragicomici, ma in realtà è molto grave”, ha detto il segretario della Commissione Vigilanza della Lega.

Capitanio contro Radio Due: “grave il like di Radio Due al tweet di Valentina Nappi su Salvini”

Il like di Radio Due al tweet di Valentina Nappi contro Matteo Salvini, secondo Massimiliano Capitani rappresenta un episodio gravissimo contro cui servirebbero dei provvedimenti adeguati. Il fatto che una radio di Stato non controlli i propri social è un episodio grave che andava denunciato e sottolineato, perché siamo un Paese serio che vuole cambiare, che vuole introdurre il buon senso, che vuole ripartire. E questi episodi non devono verificarsi”. Radio Due si è difeso spiegando che il profilo era stato “utilizzato in modo fraudolento”. Sulla risposta della Rai, infine, ha detto: “La risposta è preoccupante nel senso che, in prima battuta, i responsabili si erano giustificati non ufficialmente lasciando intendere che fosse stato hackerato il profilo di Radio Due da qualche pirata o nerd informatico, che si sarebbe appropriato dell’account. La risposta che ci è arrivata in Vigilanza – continua – invece prospetta uno scenario su cui sarebbe carino fare delle vignette”, ha concluso.



© RIPRODUZIONE RISERVATA