Leonardo da Vinci storia vera: moglie, figli e omosessualità/ Padre adottivo di…

- Elisa Porcelluzzi

Leonardo da Vinci ha preso moglie e avuto dei figli? Il grande artista rimase celibe, ma nella fiction è presentato in maniera diversa.

Leonardo, la fiction Rai
Leonardo, la fiction Rai (YouTube)

Nella fiction di Rai1 Leonardo, Leonardo da Vinci viene presentato come il padre adottivo di Francesco, il presunto figlio di Caterina da Cremona e Ludovico Sforza, ‘presunto’ perché in realtà né Caterina né Francesco sono mai esistiti (dunque, nemmeno Ludovico ha mai avuto un’amante oltre alla moglie Beatrice d’Este). La ricostruzione dei fatti operata dagli sceneggiatori è dunque estremamente fantasiosa: in realtà, il celebre artista toscano è più noto per i suoi ritratti che per la sua vita privata, che – in fin dei conti – è sempre rimasta tale. In tempi recenti, si è parlato persino della misteriosa Gioconda come la presunta moglie di Leonardo, ma in merito a questa ipotesi non sono mai arrivate conferme. (agg. di Rossella Pastore)

Leonardo Da Vinci: ha avuto mogli e figli?

Poco si sa della sessualità di Leonardo Da Vinci, in quanto pochissime delle sua pagine autografe sono di natura personale. Il grande artista non si sposò mai e non ebbe figli. Secondo le ipotesi di molti studiosi, Leonardo era omosessuale. Quello che è certo, come viene anche raccontato nella fiction “Leonardo, è che Leonardo Da Vinci fu arrestato per sodomia e subì una prima udienza in un processo il 9 aprile del 1476. All’epoca dei fatti Leonardo aveva 24 anni e lavorava presso la bottega di Andrea del Verrocchio.  Nella denuncia anonima il giovane orafo Jacopo Saltarelli veniva accusato di essere “parte di cose assai miserabili compiute per compiacere le persone che ne fanno richiesta” e si faceva il nome di quattro persone: un sarto di nome Baccino, un certo Bartolomeo di Pasquino, Leonardo Tornabuoni e Leonardo da Vinci. Visto che tra i quattro accusati c’era Tornabuoni, membro di un’aristocratica famiglia, il processo si concluse velocemente con un ammonimento.

Leonardo Da Vinci: celibe per tutta la vita e quel dubbio sulla sua omosessualità…

Le informazioni sulla sessualità di Leonardo da Vinci però restano tutt’oggi contraddittorie. Il Vasari, biografo contemporaneo a Leonardo, nel celebre “Le vite de’ più eccellenti pittori, scultori e architettori” non fa alcun riferimento alla sessualità di Leonardo.Tra i biografi del XX secolo si fa riferimento alla forte probabilità che fosse omosessuale e molti concludono che l’artista rimase celibe per tutta la sua vita. Secondo Elizabeth Abbott, nella sua “Storia del celibato”, Leonardo era probabilmente omosessuale e il trauma causatogli dalla denuncia per sodomia lo convertì al celibato per il resto della sua vita. Anche Sigmund Freud si interessò alla sessualità del grande artista toscano nel saggio “Un ricordo d’infanzia di Leonardo da Vinci” del 1910. “Da quando sono tornato ho avuto un’idea. Il mistero del carattere di Leonardo mi è divenuto improvvisamente trasparente”, scrisse Freud a Jung nel 1909. Secondo il padre della psicoanalisi l’omosessualità di Leonardo era latente.



© RIPRODUZIONE RISERVATA